Widgets Magazine
20:18 22 Agosto 2019
Il quartiere generale di Fiat Chrysler Automobiles FCA

I negoziati sulla fusione FCA-Renault potrebbero riprendere

© AP Photo / Carlos Osorio
Economia
URL abbreviato
0 11

L’amministratore delegato della FCA (Fiat Chrylser Automobiles) ha dichiarato che i negoziati con la francese Renault potrebbero riprendere.

L’amministratore delegato di FCA, Mike Manley, ha dichiarato al Financial Times che il gruppo è pronto riprendere i negoziati per una possibile fusione con Renault, affermando: "se cambiano le circostanze, anche i sogni a volte si avverano". La dichiarazione arriva due mesi dopo l'annullamento del matrimonio da 33 miliardi di euro tra i due colossi automobilistici.

"La logica industriale che ha prevalso prima esiste ancora", ha assicurato il leader britannico della Fiat Chrysler Automobiles (FCA). "Se cambiano le circostanze, anche i sogni a volte si avverano. Ma Fiat Chrysler ha un futuro anche come azienda indipendente", ha detto.

Dopo diversi mesi di discussioni tra i due gruppi, un progetto di fusione per formare l'auto numero 3 al mondo era fallita all'inizio di giugno. I leader della Fiat hanno imputato il fallimento della fusione al governo francese, il cui sostegno era essenziale.

La questione delle quote Renault-Nissan

Oltre al "no" politico arrivato dal governo francese, è stata la Nissan, in alleanza col produttore automobilistico francese, a fare pressioni per non andare a nozze con FCA

Il motivo della riluttanza è dovuto al fatto che i giapponesi hanno il 15% delle azioni di Renault e non hanno diritto di voto, mentre Renault detiene il 43,4% delle azioni di Nissan e il diritto di voto.

Secondo varie fonti il produttore francese avrebbe comunque negoziato una revisione della sua alleanza con Nissan, con al centro delle discussioni il riequilibrio delle partecipazioni incrociate delle due società che attualmente favoriscono il marchio francese.

Quindi i direttori di Renault vogliono lavorare a un riequilibrio delle azioni con Nissan, sempre che il governo francese lo permetta.

Il fallimento dei negoziati

Nella tarda notte tra il 5 e il 6 giugno la FCA ha confermato annunciando di ritirare la proposta di fusione con Renault. L’annuncio dello stop è arrivato dopo la nuova fumata nera del board of directors di Renault che al termine di una riunione durata circa sei ore ha spiegato che “non è stato in grado di adottare una decisione” sul progetto di fusione proposto da FCA “a causa della richiesta avanzata dai rappresentanti dello Stato francese di rinviare il voto a una successiva riunione del Consiglio”.

Correlati:

FCA in trattative per ampia collaborazione con Renault
Nissan, Renault e Mitsubishi discuteranno la cooperazione alla luce dell'arresto di Ghosn
Con l’ecotassa sono a rischio gli investimenti di Fca in Italia
Tags:
Renault, Fca (Fiat Chrisler Automobile)
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik