Widgets Magazine
00:58 18 Ottobre 2019
Lo yuan cinese

Russia e Cina firmano accordo per le transazioni in valuta nazionale

© Fotolia / Angelika Bentin
Economia
URL abbreviato
1261
Seguici su

La Russia e la Cina hanno concluso un accordo sulle transazioni in valuta nazionale. Lo riferiscono oggi i media russi, citando la lettera del viceministro delle finanze Sergey Storchak al presidente della commissione parlamentare per i mercati finanziari Anatoly Aksakov.

L’intesa è stata siglata lo scorso 5 giugno dal ministro delle finanze russo, Anton Siluanov, e il presidente della Banca popolare cinese Yi Gan.

Questo documento serve a gettare le basi per un nuovo meccanismo che sostituisca i sistemi interbancari SWIFT e CHIPS.

Secondo Aksakov, per aumentare il volume delle transazioni in valuta nazionale è necessario creare un mercato per il rublo e gli strumenti finanziari necessari a tutelare i rischi derivanti dalle fluttuazioni del tasso di cambio per i principali beni di scambio.

Il deputato sostiene che nei prossimi anni la percentuale delle transazioni commerciali con la Cina in rubli può raggiungere il 50%, mentre ora è ferma al 10%.

I media russi sottolineano che l’accordo sarà esteso anche ai contratti stipulati in precedenza in dollari.

Anche l'India sta valutando la possibilità di utilizzare l'euro e non dollari per i pagamenti dei contratti nel settore della difesa con la Russia.

Correlati:

Putin: la Russia non creerà un’alleanza militare con la Cina
La Cina vuole importare zampe di gallina dalla Russia in grandi quantità
Per Pentagono "Russia e Cina restano gli avversari strategici degli Stati Uniti"
Tags:
valuta, Pagamenti, commercio, accordo, Russia, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik