Widgets Magazine
18:25 17 Luglio 2019
Lampadine

Russia al 12esimo posto per accesso all’elettricità in Europa

© Fotolia / Daniilantiq2010
Economia
URL abbreviato
0 30

La Russia occupa il 12esimo posto nella classifica dei paesi europei per accessibilità dell’energia elettrica nel primo semestre del 2019. Prezzi in aumento.

Secondo lo studio svolto da RIA Rating su richiesta di Sputnik, i cittadini russi con stipendio medio possono acquistare circa 12 mila kWh al mese, più di quanto possono permettersi tedeschi e ucraini, ma meno dei finlandesi e dei kazaki.

Il primo posto nella classifica è occupato dal Liechtenstein, i cui abitanti possono comprare ben 31 mila kWh al mese. Secondo gli esperti questo risultato è legato sia agli alti stipendi in questo paese che ai prezzi dell’energia elettrica, più bassi che in molti altri paesi economicamente sviluppati.

L’ultimo posto è occupato dalla Moldavia, i cui abitanti possono permettersi solo 3 mila kWh al mese.

Nella classifica basata sul prezzo dell’elettricità la Russia è al terzo posto, dopo il Kazakhstan e l’Ucraina. Il prezzo medio dell’elettricità per i russi è di 3,4 rubli (0,047 euro) al kWh.

Sono i danesi quelli che spendono di più per l’energia: 22,9 rubli (0,32 euro) al kWh. Sul podio dei paesi con l’energia elettrica più alta anche Germania e Belgio.

Nella maggior parte dei paesi europei, inoltre, il prezzo dell’energia elettrica è aumentato in confronto al 2018: le tariffe sono salite in 31 dei 42 paesi esaminati. Il maggiore aumento dei prezzi si è registrato in Turchia, Bielorussia e Norvegia e ha raggiunto il 20%.

In nove paesi i prezzi sono scesi: la diminuzione maggiore ha riguardato Kazakhstan, Moldavia e Lettonia.

In Russia si è registrato un aumento del prezzo dell’elettricità del 5,6%, che più o meno corrisponde al livello dell’inflazione. 

La Russia è il secondo Paese in Europa dove la benzina costa di meno

Secondo lo studio non è il caso di aspettarsi cambiamenti notevoli nel 2020. In Russia le tariffe per la popolazione il 1° luglio saliranno del 4-5%, tuttavia ci si aspetta anche un analogo aumento degli stipendi, quindi l’accessibilità dell’energia elettrica dovrebbe mantenere il livello attuale.

Gli analisti hanno sottolineato che i dati presentati nella classifica si riferiscono al livello medio del paese, e possono variare significativamente in base ai basi concreti.

La diffusione delle fonti enegetiche econoloche porta i paesi europei a rinunciare a carbone.

Correlati:

Mosca discute con Baghdad la cooperazione nel settore dell'energia elettrica
Energia, italiana Renco costruirà centrale elettrica in Armenia
La Bielorussia dal 2018 smetterà di importare energia elettrica dalla Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik