Widgets Magazine
10:21 19 Luglio 2019
Mario Draghi

Lo schiaffo (con stile) di Draghi a Trump

© REUTERS / Kai Pfaffenbach
Economia
URL abbreviato
7148

“Il nostro mandato è la stabilità dei prezzi non abbiamo come obiettivo il tasso di cambio”, ha detto Draghi all’Ecb Forum a Sintra tenutosi in Portogallo.

L’obiettivo della Bce è mantenere stabile l’inflazione, non manipolare il tasso di cambio. Lo ha affermato il numero uno della Banca centrale europea, Mario Draghi, in risposta al presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che lo aveva accusato in un tweet di promettere nuovi stimoli monetari, facendo così deprezzare l’euro rispetto al dollaro e favorendo le esportazioni europee, riporta Askanews.

“Il nostro mandato è la stabilità dei prezzi – ha detto Draghi intervenendo a un panel all’Ecb Forum a Sintra, in Portogallo – non abbiamo come obiettivo il tasso di cambio”.

“Mario Draghi ha appena annunciato che potrebbero esserci più stimoli e questo ha subito fatto scendere l’euro contro il dollaro, rendendo ingiustamente più facile, per loro, competere con gli Stati Uniti. La stanno passando liscia da anni, insieme alla Cina e altri”, ha scritto su Twitter ieri il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, sul governatore della Banca centrale europea.

Guardare per credere: il canale YOUTUBE di Sputnik Italia

In precedenza Silvio Berlusconi ha proposto la candidatura di Mario Draghi alla carica di premier:

“Ho anche detto in passato, senza consultarlo, che Mario Draghi sarebbe stato l’uomo giusto per un incarico di alta responsabilità in Italia. Lo ribadisco oggi e spero che possa succedere”.

Tags:
Donald Trump, Mario Draghi
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik