22:38 17 Giugno 2019

Google sa che la crescita economica di Huawei è una minaccia, ritiene esperto cinese

© REUTERS / Charles Platiau
Economia
URL abbreviato
1100

L’azienda americana Google è consapevole delle minacce rappresentate da uno sviluppo autonomo e incontrollato della cinese Huawei e delle sfide che questo pone all’egemonia statunitense sul mercato tecnologico.

In particolare è una minaccia lo sviluppo, da parte di Huawei, di un proprio sistema operativo. Lo ha spiegato a Sputnik il dott. Zhou Rong del Chongyang Institute for Financial Studies dell’Università Renmin di Cina.

A metà maggio il Dipartimento del Commercio USA ha inserito Huawei nella lista nera delle aziende cui è vietato collaborare con i residenti USA senza una licenza speciale rilasciata dalle autorità. L’azienda non potrà più comprare componenti tecnologiche e software dai produttori americani. Google ha subito dichiarato di aver già interrotto la propria collaborazione con Huawei nelle spere che prevedono il passaggio di apparecchiature, software e servizi tecnici ad eccezione di quelli che sono pubblicamente accessibili. Tra le altre cose, Google ha reso inaccessibili a Huawei gli aggiornamento del sistema operativo Android, di cui sono dotati gli smartphone dell’azienda cinese.

Queste vicende hanno spinto Huawei a elaborare un proprio sistema operativo che potrebbe arrivare sul mercato già in autunno o al più tardi in primavera. Si trattertà di un sistema operativo unico per telefoni, computer, tablet e altri gadget. Il Financial Times ha comunicato che Google ha avvisato l’amministrazione del presidente degli Stati Uniti dei rischi per la sicurezza nazionale legati alla presenza sul mercato di un sistema operativo progettato da Huawei e ha chiesto di annullare il divieto di fornire la propria produzione ai cinesi. Secondo Google, infatti, un sistema operativo progettato in fretta in regime di emergenza potrà contenere molti difetti ed essere facilmente manomesso.

“Siccome il potenziale innovativo della Cina diventa sempre più forte l’azienda Google ha già capito che anche se non fornirà a Huawei le tecnologie necessarie, Huawei può elaborare autonomamente tutto il necessario”, ha detto l’esperto.

Secondo lui “al momento attuale diverse compagnie americane nel settore dell’alta tecnologia possono ancora controllare in certa misura lo sviluppo tecnico di Huawei, ma se Huawei si troverà in una situazione senza via d’uscita non si arrenderà e questo non farà che spingere il personale tecnico dell’azienda verso nuove progettazioni innovative”.

“E allora gli USA non solo perderanno il controllo su Huawei, ma risulterà che l’azienda Huawei sorpasserà gli USA nella creazione di una serie di tecnologie all’avanguardia e proprio per questo Google ritiene che permettere a Huawei di contare sulle tecnologie americane è notevolmente più sicuro che permettere loro di fare affidamento solo sulle proprie forze”, ha sottolineato il ricercatore.

Le pressioni su Huawei sono evidentemente dovute al desiderio di assicurare alle aziende americane il monopolio sul mercato USA, dice l’esperto, ma questa strategia è estremamente poco lungimirante.

“Si può dire che la richiesta di Google alle autorità USA abbia tre ragioni fondamentali: per prima cosa il divieto a Huawei provocherà tempi duri per le compagnie americane, in secondo luogo il timore che Huawei superi Google nelle progettazioni tecniche e sfidi l’egemonia americana nella sfera tecnologica e infine Google teme di non riuscire a portare a termine il proprio piano annuale”, ha spiegato il dott. Zhou Rong.

Secondo lo specialista nel caso in cui il divieto entri definitivamente in vigore la necessità di sostituire la produzione tecnica esigerà complessi processi di trasformazione e non solo saranno tempi duri per le compagnie americane che al momento usano i prodotti Huawei, ma la situazione avrà un riscontro negativo anche per il paese.

L’esperto ha aggiunto che tra le altre cose Huawei aiuta Google ad ottenere il suo successo, in quanto è anche grazie all’azienda cinese che Google ha la possibilità di vendere costantemente prodotti tecnici di diversa natura.

Correlati:

Putin: misure contro Huawei sono guerra tecnologica
Huawei querela gli USA: la black list è anticostituzionale
Russia, MTS e Huawei stringono accordo per lo sviluppo della rete 5G
Tags:
Android, Smartphone, tecnologie, Google, Huawei
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik