Widgets Magazine
10:32 15 Ottobre 2019
Geng Shuang

Ministero Esteri cinese risponde a minacce di Trump su nuovi dazi

© AP Photo / Andy Wong
Economia
URL abbreviato
1110
Seguici su

La Cina non vuole la guerra commerciale, ma non ne ha paura, ha dichiarato Geng Shuang, vice direttore del Dipartimento di Informazione del Ministero degli Affari Esteri cinese, in risposta alle minacce del presidente degli Stati Uniti.

Donald Trump ha minacciato di imporre nuovi dazi sui prodotti cinesi se il presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping non dovesse andare incontro alle potenze del G20.

“Se gli USA sono pronti a consultazioni alla pari, la nostra porta è aperta. Se gli USA vogliono solo un’ulteriore intensificazione degli attriti commerciali, daremo una risposta risoluta e ci batteremo fino alla fine”, ha detto Geng Shuang.

Il rappresentante del Ministero degli Esteri ha sottolineato che ancora non sa se il leader cinese ha intenzione di incontrare Trump in occasione del G20 che si terrà in Giappone a fine giugno.

L’ultimo round delle trattative commerciali sino-statunitensi si è concluso a metà maggio senza risultati. Gli USA hanno infatti aumentato dal 10 al 25% i dazi sulle importazioni dalla Cina per una somma di circa 200 miliardi di dollari. Trump ha anche ordinato di avviare il processo di aumento dei dazi sul resto delle importazioni cinesi, stimate a circa 300 miliardi di dollari.

In risposta il Ministero delle Finanze cinese ha comunicato che dal 1 giugno Pechino ha introdotto dazi sulle importazioni dagli USA per circa 60 miliardi di dollari.

Correlati:

Trump esclude l'India dal programma di commercio agevolato senza dazi
In Cina entrati in vigore i nuovi dazi sulle merci importate dagli USA
Lavrov: sanzioni USA contraddicono norme WTO
Tags:
dazi, Xi Jinping, Donald Trump, Cina, USA, guerra commerciale
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik