18:52 19 Settembre 2020
Economia
URL abbreviato
Cooperazione Italia Russia (97)
0 134
Seguici su

Leonardo, il primo “startupper” della storia, lancia l’Italia paese partner ufficiale del maggiore evento dedicato all’innovazione in Russia: lo Start-Up Village di Skolkovo.

Sotto gli occhi occhi dell' Uomo Vitruviano di Leonardo 28 start-up italiane dei settori IT, IoT, Biotech, Fashion Tech, New energies e smart cities presentano le proprie tecnologie alle settima edizione dello Start-Up Village, il festival internazionale dell'innovazione organizzato a Skolkovo, Mosca.

L'Italia è per il secondo anno consecutivo partner ufficiale della manifestazione, ed unico paese europeo ad avere un proprio padiglione.

Claudio Pasqualucci, coordinatore dell'ufficio Innovazione e Start-Up dell'Agenzia per il il Commercio Estero - ICE -, intervistato da Sputnik Italia, illustra così il senso della presenza italiana allo Start-Up Village:

“Le start up sono un frutto della capacità storica d’innovazione dell’industria italiana, non a caso abbiamo puntato su Leonardo da Vinci, primo “startupper” della storia ed in occasione del 500° anniversario della nascita di Leonardo da Vinci, primo innovatore italiano, abbiamo donato una statua che rimarrà fissa qui a Skolkovo. Cerchiamo di essere il più possibile integrati in questa realtà molto interessante. L’Italia è un paese amato e considerato in Russia, così come da parte italiana c’è un grande feeling verso la Russia. I settori più promettenti sono quelli dell'ICT, digital transformation, tecnologia. La Russia è inoltre un paese tradizionalmente leader nel campo medicale, perciò possono funzionare start-up legate non tanto al prodotto, quanto all’utilizzo del prodotto."

Посмотреть эту публикацию в Instagram

Публикация от Startup Village | Skolkovo (@startupvillage)

In occasione dell'apertura della manifestazione, mercoledì 29 maggio, il direttore di ICE Agenzia di Mosca Pier Paolo Celeste e il co-presidente di Skolkovo Arkadij Dvorkovich hanno siglato un accordo di collaborazione. Inoltre la Fondazione Skolkovo, che gestisce il parco dell'innovazione alle porte di Mosca, aperto nel 2013, ha stipulato un protocollo d'intesa con la Confartigianato di Vicenza.

HAI UNA START-UP: QUESTI SONO I 5 PASSI DA FARE

  1. La Start-up è un’azienda come tutte le altre.
  2. Avere un’idea: il capitale umano è importante, ma ci vuole una base organizzativa; Bisogna brevettare la propria idea.
  3. Bisogna costituirsi come azienda: esiste la forma di Società a Responsabilità Limitata certificata, che si apre con poche centinaia di euro in pochi giorni.
  4. Iscriversi al registro speciale delle imprese Start-Up. Essere iscrittti a questo registro consente di avere una serie di agevolazioni e incentivi, fra cui la partecipazione gratuita ai nostri eventi: ad esempio le Start-Up presenti nel padiglione italiano allo Skolkovo Start-Up Village non pagano per partecipare a questo evento.
  5. L’idea una volta che è brevettata è vostra. Dovete vendervi: proporvi agli incubatori, inserirsi, cercare di essere molto aperti, scambiare contatti, non asserragliarsi.

Anche per questo, il ministero dello Sviluppo Economico ha lanciato il programma "Global Start-Up", che offre alle start-up innovative italiane, la possibilità di trascorrere un periodo di tempo all’estero. Una sorta di “Erasmus” per le startup alla ricerca di affermazione nei mercati esteri.

"Questo governo sta dimostrando maggiore attenzione alle start-up. Mentre parliamo 120 altre start-up stanno partendo per Stati Uniti, Gran Bretagna, Cina, Corea, Giappone e Slovenia fare una fase di incubazione all’estero supportato dal governo. A novembre pensiamo di ripetere l’esperienza qui a Skolkovo" - conclude Pasqualucci.


L'edizione 2019 dello Start-Up Village a Skolkovo raccoglie 15 000 partecipanti provenienti da 80 paesi diversi. Sono 4500 le startup presentate e 1000 gli investitori accreditati. Il programma didattico comprende 120 tra incontri, dibattiti e lezioni, con gli interventi di 300 esperti.

Tema:
Cooperazione Italia Russia (97)
Tags:
Innovazione, startup, Russia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook