06:27 13 Dicembre 2019

CEO di Huawei contrario a contromisure nei confronti di Apple

© AP Photo / Vincent Yu
Economia
URL abbreviato
Tecnologia (43)
160
Seguici su

La dirigenza di Huawei si è detta contraria alla possibilità che Pechino stabilisca delle contromisure nei confronti di Apple dopo che Washington ha inserito l’azienda cinese nella sua lista nera. Lo ha dichiarato il fondatore e CEO Ren Zhengfei.

“Prima di tutto questo non accadrà. In secondo luogo se questo dovesse accadere io sarò il primo a oppormi… Apple è il mio maestro, il leader. Perché io, allievo, dovrei andare contro il mio maestro? Mai”, ha detto Zhengfei in un’intervista a Bloomberg commentando la possibilità che i prodotti Apple siano banditi sul mercato cinese in risposta alle misure contro Huawei.

Il dirigente di Huawei ha aggiunto che per contrastare le limitazioni sulle esportazioni imposte dalla Casa Bianca il colosso cinese aumenterà la vendita dei chip di propria produzione o troverà alternative per mantenere la leadership nella produzione di gadget e di apparecchiature per le reti 5G.

Il direttore esecutivo di Huawei Consumer Business Group, Richard Yu, ha annunciato che l’azienda cinese Huawei sta elaborando un proprio sistema operativo che potrebbe arrivare sul mercato già in autunno o al più tardi in primavera. Si trattertà di un sistema operativo unico per telefoni, computer, tablet e altri gadget. Huawei resta tuttavia aperta a collaborazioni con Google.

A metà maggio Huawei è stata inserita nella lista nera delle aziende cui è vietato collaborare con i residenti USA senza una licenza speciale rilasciata dalle autorità. L’azienda non potrà più comprare componenti tecnologiche e software dai produttori americani. Google ha subito dichiarato di aver già interrotto la propria collaborazione con Huawei nelle spere che prevedono il passaggio di apparecchiature, software e servizi tecnici ad eccezione di quelli che sono pubblicamente accessibili.

Il Ministero del Commercio USA ha in seguito comunicato che concederà a Huawei dei permessi temporanei che permetteranno all’azienda cinese di mantenere le reti di comunicazione attuali e fornire gli aggiornamenti software ai clienti già esistenti. I permessi temporanei saranno validi fino al 19 agosto.

Tema:
Tecnologia (43)

Correlati:

Scontro USA-Cina, sul web boom di annunci per liberarsi dei telefonini Huawei
Pechino minaccia misure di ritorsione contro USA dopo inserimento di Huawei in blacklist
USA spiegano ad altri Paesi i rischi legati dall'uso dei prodotti Huawei
Tags:
Google, Cina, USA, Apple, Smartphone, Huawei
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik