Widgets Magazine
21:47 23 Agosto 2019

USA mostrano un po’ di pietà per Huawei

© Sputnik . Javier Luengo
Economia
URL abbreviato
409

Il Ministero del Commercio USA ha concesso al produttore cinese di smartphone l’attenuazione temporanea delle limitazioni imposte, come comunicato sul sito ufficiale.

Il Ministero ha concesso a Huawei alcuni permessi temporanei di carattere generale che garantiranno la possibilità di supportare le reti di comunicazione esistenti e di fornire aggiornamenti agli utenti già in possesso di smartphone Huawei.

La decisione ha lo scopo di non creare grandi difficoltà alle aziende americane che hanno accordi contrattuali con Huawei.

I permessi temporanei avranno validità fino al 19 agosto. Nel comunicato del Ministero non è specificato cosa accadrà dopo questa data e quali saranno le conseguenze per i clienti dell’azienda attuali e nuovi.

Huawei è stata inserita nella lista nera delle aziende cui è vietato collaborare con i residenti USA senza una licenza speciale rilasciata dalle autorità. Si tratta di una conseguenza della dichiarazione di emergenza nazionale firmata dal presidente Donald Trump e dovuta alle minacce rappresentate dalle tecnologie informatiche. Il Governo USA aveva già in precedenza accusato l’azienda cinese Huawei di raccogliere i dati personali degli utenti e trasmetterli alle autorità cinesi.

Le prime aziende ad annunciare l’interruzione dei rapporti commerciali con Huawei sono state Google e i produttori americani di chip per processori Qualcomm, Xilinx e Broadcom.

I nuovi smartphone Huawei non saranno dotati dei loro software e componenti hardware. Nel contempo alcune aziende europee hanno subito espresso il loro appoggio nei confronti dell’azienda cinese in quanto non hanno alcun legame diretto con gli USA e non sono obbligati a sottomettersi ai loro organi.

 

Correlati:

Huawei abbandonato da aziende IT americane
Google: ecco cosa succederà ad Android sui telefoni Huawei
Niente più aggiornamenti Android per gli smartphone Huawei
Tags:
tecnologie, Google, USA, Huawei
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik