05:56 25 Maggio 2019
Disordini in Venezuela

Ambasciatore venezuelano conta i danni della pressione economica USA

© Sputnik . Stringer
Economia
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (393)
3115

Le perdite del Venezuela a seguito della pressione economica americana degli ultimi tre mesi ammontano a circa 30 miliardi di dollari, ha riferito Wilmer Omar Barrientos, l'ambasciatore di Caracas in Egitto in un'intervista con Sputnik.

Secondo il diplomatico, dal momento in cui Juan Guaidò si è autoproclamato presidente ad interim, le banche americane ed europee hanno confiscato e congelato fondi del governo venezuelano per miliardi di dollari. Anche i fondi della compagnia petrolifera statale nei conti delle banche statunitensi sono stati congelati.

"A seguito di queste sanzioni e della pressione, il Paese ha perso circa 30 miliardi di dollari negli ultimi tre mesi, situazione che ha provocato grandi difficoltà negli approvvigionamenti di merci, prodotti e medicine essenziali al Paese", ha affermato l'ambasciatore.

Secondo Wilmer Barrientos, le sanzioni statunitensi contro il Venezuela hanno influenzato negativamente il sistema sanitario nazionale. A titolo di esempio ha citato il blocco dei pagamenti di 9 milioni $ da parte di diverse banche straniere. I soldi, secondo il diplomatico, erano destinati a coprire i costi della dialisi. Pertanto 15mila pazienti sono stati lasciati senza le cure necessarie.

"Per dare dei numeri, queste sanzioni hanno provocato la morte di 40mila persone. Questo studio è stato fatto da due americani (rapporto degli economisti americani Jeffrey Sachs e Mark Weissbrot). Da quando le sanzioni sono state imposte le sanzioni, l'isolamento economico si è aggravato dopo la comparsa di Guaidò", ha detto Wilmer Omar Barrientos.

In Venezuela perdura da molto tempo la crisi economica, ulteriormente aggravata dalle sanzioni finanziarie ed economiche imposte dai Paesi occidentali.

Tema:
La crisi politica in Venezuela (393)
Tags:
Sanzioni, USA, Economia, Venezuela, Situazione in Venezuela
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik