Widgets Magazine
01:22 18 Ottobre 2019
Le forze speciali accanto il Palazzo di Giustizia a Istambul

Turchia critica decisione USA su regime commerciale agevolato

© REUTERS / Osman Orsal
Economia
URL abbreviato
0 04
Seguici su

La decisione di Trump non è in linea con gli obiettivi commerciali stabiliti dai due paesi e danneggerà le aziende, commenta il ministro del commercio turco.

La decisione di Trump di annullare il regime commerciale agevolato per la Turchia contraddice l’obiettivo comune dei due paesi di far crescere il volume dei rapporti commerciali a 75 miliardi di dollari all’anno e colpirà negativamente le aziende di entrambi i paesi, ha dichiarato il ministro del commercio turco Ruhsar Pekcan.

Venerdì il presidente USA Donald Trump ha annullato il regime agevolato di cui beneficiava la Turchia per il commercio con gli americani. A marzo Trump aveva già espresso l’intenzione di annullare le condizioni agevolate per la Turchia stabilite dal sistema generalizzato di preferenze (GSP), ma la decisione finale non era stata ancora presa.

“Come sempre la Turchia si esprime a favore di un sistema di commercio mondiale giusto, stabile e basato su regole. La decisione degli USA di escludere la Turchia dal programma GSP contraddice l’obiettivo di far crescere il volume dei rapporti commerciali a 75 miliardi di dollari all’anno, dichiarato da entrambi i paesi. Le barriere nel commercio bilaterale con gli USA hanno un’influenza non solo sulle aziende turche, ma anche su quelle americane”, ha scritto Pekcan su Twitter.

Il ministro ha aggiunto che la Turchia continuerà “sostenere i lavori finalizzati ad aumentare il volume del commercio con gli USA, che sono per noi un importante partner commerciale”.

“È positivo che gli USA abbiamo abbassato dal 50% al 25% i dazi sull’acciaio, ma ci aspettiamo che siano rimossi gli ostacoli al commercio bilaterale”, ha precisato il ministro.

Precedentemente Trump aveva imposto dazi del 50% sull’acciaio turco e introdotto misure ai danni di altri paesi, come la Russia. I dazi USA sull’acciaio russo sono pari al 25%, sull’alluminio al 10%.

Correlati:

Turchia, Cavusoglu promette di non integrare S-400 nel sistema di difesa della NATO
Congresso USA ammonisce Turchia: non fate i “lecchini” di Putin
Merkel: gli eventi dopo le elezioni municipali non avvicineranno la Turchia all’UE
Tags:
Esportazioni, Turchia, USA, dazi
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik