Widgets Magazine
00:27 16 Ottobre 2019
Costruzione di Nord Stream-2

Gasdotto Nord Stream-2, non serve “piano B” per il rischio di sanzioni USA

© Foto: Nord Stream 2/Axel Schmidt
Economia
URL abbreviato
1152
Seguici su

Nord Stream-2 non ha bisogno di un piano alternativo per la possibile minaccia dell'imposizione delle sanzioni statunitensi, ha dichiarato il portavoce del gestore del progetto Jens Mueller.

"Siamo tranquilli: i finanziamenti sono interamente elargiti da azionisti e investitori, la costruzione del gasdotto continua secondo la tabella di marcia", ha affermato in un commento all'agenzia turca Anadolu.

Le critiche di Washington contro Nord Stream-2 sono state spiegate da Mueller con il desiderio degli Stati Uniti di aumentare le proprie forniture di gas naturale liquefatto in Europa.

"Per quanto riguarda le sanzioni, quello che facciamo si basa sullo stato di diritto", ha sottolineato.

Il progetto Nord Stream-2 prevede la costruzione di due rami di un gasdotto con una capacità totale di 55 miliardi di metri cubi di gas all'anno che collega le coste della Russia con quelle tedesche attraverso il Mar Baltico. I lavori dovrebbero terminare entro la fine dell'anno secondo le previsioni. Il gasdotto attraverserà le acque territoriali o le zone economiche esclusive di Russia, Finlandia, Svezia, Danimarca e Germania.

Tags:
Economia, gas naturale liquefatto, Gas russo, Energia, Russia, USA, Costruzione Nord Stream 2, Nord Stream 2, sanzioni antirusse
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik