14:19 26 Maggio 2019
Jalta, Crimea

Forum a Yalta: le nazioni europee sperano in un annullamento delle sanzioni

© Sputnik . Sergey Malgavko
Economia
URL abbreviato
1111

In questi giorni in Crimea si è tenuto il Forum Economico Internazionale di Yalta. I membri della delegazione italiana hanno espresso il proprio punto di vista sulle sanzioni

Il capo della delegazione italiana, il Consigliere della regione Veneto Stefano Valdegamberi, ha raccontato a Sputnik Italia:

“L’Italia potrebbe collaborare con la Crimea nei campi del business vinicolo e del trasporto marittimo, del turismo e dell’agricoltura, ma a causa delle sanzioni abbiamo le mani legate. Da contratto il governo ha promesso di annullare le sanzioni, che invece sono state prolungate per due volte. All’inizio dicevano: appena cambierà il governo italiano annulleremo le sanzioni. Ora dicono: appena cambierà il governo europeo... E nel frattempo l’annullamento delle sanzioni si rimanda. Cos’altro dobbiamo annullare? La NATO? La posizione dei pianeti in cielo? E anche allora continueremo a parlare dell’annullamento delle sanzioni.”

In un’intervista a Sputnik Italia il deputato Vito Comencini ha affermato:

“Tra le delegazioni straniere era presente un numeroso gruppo francese capitanato da Marin Le Pen. L’Italia e la Francia sono paesi fondatori dell’Unione Europea, la nostra presenza è la dimostrazione che c’è il desiderio di cambiare l'atteggiamento dell’Unione Europea rispetto alla Russia. Per questo spero che le sanzioni saranno presto annullate”.

Correlati:

Forum economico internazionale di Yalta (YIEF)
Ministro Esteri Serbia: "subiamo pressioni per non aver imposto sanzioni a Russia"
Le sanzioni contro la Russia sono dirette contro la UE – deputato Bundestag
Tags:
Sanzioni UE, Sanzioni, Sanzioni, Economia, Economia, Francia, Italia, Unione Europea, Unione Europea, Forum Economico Internazionale di Yalta (Yief), Forum Economico Internazionale di Yalta, Yalta
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik