Widgets Magazine
06:35 21 Luglio 2019

Dalla CIA a Londra i dati su finanziamenti società Huawei da forze di sicurezza cinesi

© Sputnik . Kirill Kallinikov
Economia
URL abbreviato
209

Secondo il Times, le autorità del Regno Unito temono software-spia nei prodotti della compagnia cinese.

La CIA ha trasmesso alle autorità britanniche i dati secondo cui la Huawei, compagnia cinese delle telecomunicazioni, avrebbe ricevuto finanziamenti dai servizi segreti e dall'esercito cinese. Lo segnala oggi il Times riferendosi a fonti nelle forze di sicurezza britanniche.

Dal momento che la società cinese Huawei è il più grande fornitore di apparecchiature per i provider di internet e gli operatori di telefonia mobile nel Regno Unito, Londra teme che programmi-spia possano essere integrati per agevolare lo spionaggio da parte di Pechino.

In questo contesto il governo britannico intende la prossima settimana discutere i piani per l'introduzione della tecnologia di comunicazione mobile di quinta generazione (5G), che la Huawei è disposta a fornire nel Regno Unito.

Il Times osserva che la Huawei si è rifiutata di commentare le accuse della CIA, dal momento che le considera infondate. I dirigenti della società hanno affermato che lo Stato cinese non ha mai disposto alla compagnia di raccogliere dati e se tale richiesta fosse mai pervenuta, la Huawei si sarebbe rifiutata di eseguirla, scrive il giornale britannico.

La Huawei è a rischio di sanzioni economiche internazionali dopo che gli Stati Uniti e l'Australia l'hanno accusata di spionaggio tecnico e raccolta di dati segreti mediante l'utilizzo dei loro prodotti usati in diversi Paesi del mondo.

Scontro Grennell-Huawei in Germania

Correlati:

La direttrice di Huawei cita in giudizio dalle autorità canadesi
Vie della seta, 5G, Huawei: gli USA premono sull'Italia
Compagnia cinese Huawei fa causa al governo americano per le accuse di spionaggio
Casa Bianca commenta azione legale della società cinese Huawei contro governo USA
Tags:
Economia, Spionaggio, Huawei, Regno Unito, Cina, USA, CIA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik