07:54 26 Maggio 2019
Il padiglione italiano a World Food Expo di Mosca

Nel primo bimestre del 2019 l'Italia è il 6° paese fornitore della Russia

© Sputnik . Albert Polyakov
Economia
URL abbreviato
Cooperazione Italia Russia (52)
170

Secondo i dati dell’Agenzia delle Dogane russa relativi al primo bimestre del 2019, l’interscambio tra Italia e Russia ammonta a 3227 milioni di euro, in aumento del 12,4% rispetto alla stessa rilevazione effettuata un anno fa.

Nel periodo gennaio-febbraio 2019 l’export dall’Italia verso la Russia è stato di 1,122 milioni di euro – in calo del 3,7%- mentre l’export dalla Russia verso l’Italia ha fatto un segnare un balzo in avanti del 23,4% per un controvalore di 2 105 milioni di euro.

Nelle esportazioni dall’Italia alla Russia, fanno registrare un incremento i seguenti settori: metalli comuni (+11,7%), Sistema casa (+2,0%), agroalimentare e bevande (+3,5%) e sistema moda (+1,2%). 

Resta pressoché stabile il settore Chimica e farmaceutica, in calo dello 0,4%, mentre la Meccanica, che copre più di un terzo dell’export italiano in Russia (37,8%) ha fatto registrare un calo del 4,5%.

Allargando l’analisi agli altri paesi, l’Italia occupa il sesto posto tra i paesi fornitori della Federazione Russa, dietro Cina, Germania, Bielorussia, Stati Uniti e Corea del Sud. In generale, calano le vendite dei prodotti europei (-5,2%), mentre crescono quelle dai paesi asiatici: +10,7% dalla Cina, che si conferma primo paese fornitore della Russia, +60% dalla Corea del Sud e +14,9% dal Giappone.

La rilevazione è stata resa nota dall’Ufficio ICE di Mosca ed è contenuta nella relazione "Flash Russia”, contenente i principali dati dell'interscambio tra Russia e Italia a febbraio 2019 ed elaborata con i dati delle Dogane Russe (banca dati Trade Data Monitor) .

Tema:
Cooperazione Italia Russia (52)
Tags:
Economia, Russia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik