14:36 19 Maggio 2019
Oleg Deripaska, proprietario della Rusal

Imprenditore russo: le sanzioni USA sono basate su sporche menzogne

© Sputnik . Ramil Sitdikov
Economia
URL abbreviato
0 132

"Il Congresso vuole più sangue, ma il Congresso non ha idea di ciò che sta accadendo in Russia o in qualsiasi altra parte del mondo: sono stati spinti dalla vendetta", ha detto l’uomo d'affari in un'intervista con il Financial Times.

Secondo la sua opinione, Washington si sbaglia se pensa che, danneggiando l'attività privata russa, sia possibile risolvere qualsiasi problema.

Nell'aprile 2018, nella lista nera degli Stati Uniti sono finiti Deripaska e le compagnie che controlla. Gli attivi americani nell'elenco sono stati bloccati ed è vietato fare affari con loro. Tuttavia, il 27 gennaio, l'agenzia ha rimosso En+ e la sua filiale Rusal ed Eurosibenergo dalle sanzioni dopo che Deripaska ha ridotto la sua partecipazione in En+ a meno del 44,95% e ha smesso di gestire la società attraverso il consiglio di amministrazione.

A metà marzo, l’imprenditore ha intentato una causa contro il Dipartimento del Tesoro statunitense chiedendo di bloccare le sanzioni contro di lui. Ha sottolineato che il Dipartimento per il controllo dei beni stranieri del Tesoro degli Stati Uniti (OFAC) lo ha molestato ingiustamente e illegalmente. Tra gli accusati figurano il ministro delle finanze Stephen Mnuchin e il capo dell'ACAC Andrea Gakki.

PER SAPERNE DI PIU'“Le nuove sanzioni antirusse fanno più male all'economia americana che a Deripaska”

Correlati:

Tutto il mondo è stanco delle sanzioni, ritiene Novak
Hill: le sanzioni USA contro Iran e Venezuela hanno giocato a favore della Russia
“Le nuove sanzioni antirusse fanno più male all'economia americana che a Deripaska”
Tags:
Sanzioni USA, Sanzioni, Sanzioni, oleg deripaska, Russia, Congresso USA, Congresso, congresso
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik