Widgets Magazine
16:07 16 Luglio 2019
OSCE

Ocse: Aumento dazi potrebbe ridurre il commercio mondiale dello 0,4% entro il 2020

© Foto : OSCE/Curtis Budden
Economia
URL abbreviato
0 10

I volumi delle importazioni in entrambi i paesi diminuirebbero di tre quarti e negli Stati Uniti l'inflazione dei prezzi al consumo aumenterebbe di 0,2 punti percentuali.

L’aumento dei dazi bilaterali tra Stati Uniti e dalla Cina potrebbe ridurre il commercio globale dello 0,4% entro il prossimo anno, secondo un nuovo rapporto dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico.

“Le misure adottate alla fine del 2018 ridurrebbero di un quarto il PIL cinese e statunitense riducendo il commercio mondiale dello 0,4% entro il 2020. I volumi delle importazioni in entrambi i paesi diminuirebbero di tre quarti e negli Stati Uniti l’inflazione dei prezzi al consumo aumenterebbe di 0,2 punti percentuali sia nel 2019 sia nel 2020 a causa dell’aumento dei prezzi all’importazione dovuto ai dazi doganali. Altri paesi sarebbero colpiti negativamente dal calo della crescita commerciale, anche se, a lungo termine, dovrebbero beneficiare di una migliore posizione competitiva sul mercato statunitense”, si legge nel rapporto. 

Correlati:

Previsioni Pil, Italia peggiore d’Europa, non è solo il commercio
Un nuovo metodo per commerciare con l’Iran aggirando le sanzioni USA
L'Irlanda è pronta ad aumentare commercio con la Russia dopo la Brexit
Ue, Lega contro Di Maio: Italia punti a commissario Commercio
Tags:
Commercio, dazi, Cina, USA, OSCE, Economia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik