Widgets Magazine
10:14 19 Agosto 2019
Bandiere Cina USA

USA hanno bisogno di accordo commerciale più della Cina, dice un esperto

© AFP 2019 / Wang Zhao
Economia
URL abbreviato
0 60

La parte statunitense ha bisogno di raggiungere un accordo commerciale più della Cina, quindi è pronta a fare alcune concessioni, ha detto il vice direttore dell'Istituto per lo sviluppo statale dell'Università di Pechino Yu Miaojie a Sputnik, commentando i negoziati commerciali iniziati a Pechino.

L'ottavo round di negoziati sull'eliminazione delle dispute commerciali tra i paesi si tiene a Pechino dal 28 al 29 marzo. La parte americana alle consultazioni è guidata dal rappresentante commerciale Robert Lighthizer e dal ministro delle finanze Stephen Mnuchin, dalla parte cinese, dal vice primo ministro Liu He.

"I negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina nel loro insieme vanno avanti in maniera piuttosto ottimistica, perché gli Stati Uniti devono raggiungere un accordo commerciale più della parte cinese, sono preoccupati e hanno molta più fretta della Cina. Dopo diversi cicli di negoziati, dovrebbero esserсш alcuni risultati", dice l'analista.

Yu Miaojie ha anche osservato che, dato il desiderio degli Stati Uniti di raggiungere un accordo con la Cina il più presto possibile, le parti potrebbero fare concessioni reciproche, "per esempio, il fatto che la riforma delle imprese statali cinesi non è un argomento chiave dei negoziati commerciali può essere considerata un compromesso dagli Stati Uniti."

Parlando delle preoccupazioni degli Stati Uniti sul fatto che la Cina avrebbe manipolato lo yuan per mantenere la sua economia, l'analista ha detto che "uno dei requisiti statunitensi ai negoziati è quello di ottenere garanzie dalla Cina che Pechino non possa svalutare artificialmente lo yuan". "Credo che la parte cinese possa essere d'accordo con questo, dal momento che Pechino stessa non vuole deprezzare la sua valuta", ha detto.

Poco prima dell'inizio di un nuovo ciclo di negoziati, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha affermato che i dazi commerciali sulle merci cinesi potrebbero essere mantenuti per un tempo considerevole. Secondo Trump, questo è fatto per garantire che la Cina rispetti i termini dell’accordo, se verrà raggiunto.

Yu Miaojie crede che non si debba interpretare troppo drammaticamente le parole del leader americano. A suo parere, "gli Stati Uniti devono giungere a un accordo sul commercio con la Cina il più presto possibile, dal momento che dopo Washington dovrà tenere colloqui sul commercio con il Giappone".

L'analista ha sottolineato che la questione commerciale con il Giappone dovrebbe essere risolta prima dell'inizio della nuova campagna presidenziale negli Stati Uniti, motivo per cui le parole di Trump sulla conservazione dei dazi sui prodotti cinesi possono essere considerate nient'altro che una minaccia "non c'è probabilità che ciò accada".

Allo stesso tempo, il raggiungimento di un accordo commerciale tra la Cina e gli Stati Uniti in questa fase non significa che questa questione nelle relazioni bilaterali sarà risolta una volta per tutte, crede Yu Miaojie.

"Se parliamo di breve termine, l'accordo fornirà una tregua temporanea e stabilità nel commercio e nelle relazioni economiche tra Cina e America, almeno fino all'arrivo del nuovo presidente", ha affermato.

Correlati:

La Cina critica il nuovo progetto di bilancio militare USA
Pompeo: USA risponderanno attivamente ad “azioni aggressive della Cina”
La Cina richiama gli USA per sosta programmata della leadership di Taiwan alle Hawaii
Tags:
Donald Trump, Steven Mnuchin, USA, Cina, negoziati, Negoziato, Negoziati, negoziati
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik