09:32 16 Dicembre 2019
I test di una carta sim per i telefoni cellulariCon le nuove tecnologie si può pagare con il proprio telefono collegandolo al lettore di cassa o di tornello.

La Cina punta a sviluppare la cooperazione nelle telecomunicazioni con l'Italia

© Sputnik . Сергей Пятаков © flickr.com / Vodafone Medien
1 / 2
Economia
URL abbreviato
0 104
Seguici su

La Cina intende promuovere lo sviluppo della cooperazione delle telecomunicazioni con l'Italia, ha dichiarato il vice ministro degli Esteri Wang Chao in una conferenza stampa oggi alla vigilia del tour europeo del presidente cinese Xi-Jinping.

"Pechino ha sempre incoraggiato lo sviluppo delle imprese cinesi alla cooperazione internazionale. La Cina sostiene attivamente le aziende cinesi per fare business all'estero sulla base dei principi e delle regole del commercio internazionale, nonché in conformità con le leggi e le normative dei Paesi in cui operano", ha detto Wang Chao.

Secondo il diplomatico, grazie ai prodotti di alta qualità le aziende cinesi sono riuscite ad instaurare una collaborazione di grande successo in Italia ed hanno contribuito positivamente allo sviluppo dell'innovazione e della digitalizzazione in questo Paese.

"Pechino intende continuare a sostenere le imprese cinesi nello sviluppo della cooperazione nel settore delle telecomunicazioni con l'Italia."

"Effettivamente nel campo delle telecomunicazioni, in particolare nel campo della tecnologia 5G, la Cina sta già cooperando con la UE, ad esempio nel 2015 la Cina e la UE hanno firmato una dichiarazione comune sulla cooperazione strategica Cina-UE sulla tecnologia 5G, diventata una sorta di accordo bilaterale. Pechino è pronta a promuovere lo sviluppo della cooperazione nel settore delle telecomunicazioni tra le imprese cinesi ed europee", ha affermato Wang Chao.

In precedenza sui media sono apparse notizie secondo cui gli Stati Uniti stiano conducendo una campagna in Europa per dissuadere i Paesi europei dall'utilizzare le tecnologie della società cinese Huawei per creare l'infrastruttura della rete mobile 5G. La scorsa settimana, duranteil Parlamento europeo ha invitato le autorità dell'UE a valutare le minacce informatiche derivanti dalla partecipazione della Cina allo sviluppo della rete 5G e ad analizzare i dati sulle possibili funzioni nascoste dall'utilizzo delle apparecchiature IT straniere.

L'europarlamento ha inoltre approvato una legge che prevede la creazione nell'UE di un sistema unificato di certificazione dei prodotti e servizi IT per garantire la loro sicurezza: gli eurodeputati hanno inoltre espresso profonda preoccupazione per le recenti accuse, secondo cui le apparecchiature 5G potrebbero avere "falle" incorporate che consentiranno ai produttori e alle autorità cinesi di ottenere l'accesso non autorizzato a dati personali e privati nelle telecomunicazioni della UE."

Il ministero degli Esteri cinese ha auspicato nella razionalità della UE ed ha anche esortato Bruxelles a non cedere al protezionismo.

Tags:
Unione Europea, UE, Cina, Italia, Cooperazione, Economia, Tecnologia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik