15:14 19 Aprile 2019
Banconote euro e le forbici

L'Italia fuori dall’euro: catastrofe?

© Foto : Pixabay
Economia
URL abbreviato
23438

Il Sole 24 Ore ha pubblicato i risultati di uno studio del think tank Tortuga, nato all'Università Bocconi, sulle conseguenze di una "Italexit", cioè uscita dell'Italia dall'euro.

I membri del think tank Tortuga, istituito all'università Bocconi nel 2015, hanno analizzato le conseguenze di una possibile uscita dell'Italia dalla moneta unica, cioè Italexit. Lo studio intitolato "Scenari di un'Italia senza Euro: Il post-Italexit" valuta gli scenari di medio-lungo termine per l'economia dell'Italia in caso di una Italexit dura.

Banconote euro
© Sputnik . Vladimir Trefilov
Secondo gli sostenitori dell'uscita dall'euro, si legge nello studio, il ritorno alla lira farebbe i prodotti italiani più accessibili (costerebbero di meno grazie a una moneta debole), e meno accessibili quelli stranieri perché costerebbero di più. Però, secondo il Sole 24 Ore, tale "svalutazione competitiva" potrebbe funzionare solo in un'economia incentrata solo sulla vendita dei beni finiti, e non nella già globalizzata economia italiana, nella quale si producono dei beni intermedi che poi vengono distribuiti in diversi Paesi a seconda delle loro necessità.

Un'altra conclusione dell'analisi dice che l'occupazione non dipende dalla moneta. I partigiani anti-euro credono che la svalutazione competitiva può portare alla piena occupazione di tutta la forza di lavoro stimolando una crescita di domanda e portando così a una maggiore ricchezza e all'aumento di posti di lavoro.

Lo studio del think tank sostiene però che la crescita della domanda gioverebbe all'occupazione da una parte, però dall'altra parte potrebbe portare a un aumento generalizzato dei prezzi. E la crisi bancaria e quella valutaria provocata dall'uscita dalla moneta unica si traducono di solito in un calo del Pil.

Tags:
Italexit, Università Bocconi, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik