Widgets Magazine
23:10 20 Ottobre 2019
Brexit

I Paesi Bassi negoziano il trasferimento di oltre 250 imprese dopo la Brexit

© REUTERS / Stefan Wermuth
Economia
URL abbreviato
110
Seguici su

L'Agenzia per gli investimenti esteri dei Paesi Bassi (NFIA) sta negoziando il trasferimento nel paese di oltre 250 imprese dopo l’uscita del Regno Unito dall'UE. Lo afferma il sito internet dell’ente.

"Rispetto al 2017, il numero di imprese che trasferiscono l'attività nel nostro paese, a causa della Brexit, è aumentato. 18 imprese si sono già trasferite nei Paesi Bassi in collegamento con la Brexit. Inoltre, la NFIA è in trattative con oltre 250 imprese straniere, che stanno considerando la possibilità di avviare l'attività nei Paesi Bassi dopo la Brexit", si legge nel comunicato.

Nell'elenco delle aziende che intendono trasferirsi nei Paesi Bassi ci sono la giapponese Norinchukin, TVT Media, i fornitori di servizi finanziari MarketAxess e Azimo, e l'assicuratore marittimo P & I. Nel 2018, secondo l'agenzia, 42 aziende hanno iniziato o ampliato le loro attività nei Paesi Bassi a causa della Brexit.

Il Regno Unito uscirà ufficialmente dall'Unione Europea il 29 marzo, ma finora Londra e Bruxelles non sono riusciti a trovare un accordo per una separazione "soft".    

Correlati:

Presidente Consiglio Europeo Donald Tusk su Brexit: “l'UE non farà nuove proposte”
Brexit, giovedì a Brexuelles incontro tra Juncker e May
Con hard Brexit Regno Unito potrebbe affrontare emergenza rifiuti - Guardian
Tags:
imprese, trasferimento, Brexit, Paesi Bassi
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik