06:38 20 Febbraio 2019
Heiko Maas, il ministro Esteri della Germania

Berlino insiste sull'indipendenza della politica energetica europea dagli USA

© REUTERS / Stefanie Loos
Economia
URL abbreviato
3121

Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha promesso di prestare attenzione al fatto che il flusso di gas esistente attraverso l'Ucraina non vada perso in futuro.

L'Europa stessa deve dibattere e decidere le questioni relative alla sua politica energetica. Lo ha affermato il capo della diplomazia tedesca Heiko Maas in un'intervista che è stata pubblicata oggi sui giornali del suo Paese.

"Questo progetto è realizzato da diverse società europee. La mia posizione sulla questione resta chiara: i temi della politica energetica europea dovrebbero essere dibattuti in Europa, non negli Stati Uniti, vogliamo garantire la nostra sicurezza energetica", ha affermato rispondendo alla domanda riguardo le pressioni americane sulla Germania sul gasdotto Nord Stream-2.

"Allo stesso tempo presteremo attenzione al fatto che il flusso di gas esistente attraverso l'Ucraina non vada perso in futuro", ha rilevato Maas.

In precedenza più di una volta il governo tedesco ha sostenuto che Nord Stream-2 è un progetto puramente economico, senza sfumature politiche. Allo stesso tempo Berlino chiede di conservare il transito del gas attraverso l'Ucraina dopo la realizzazione del gasdotto.

Correlati:

Berlino spiega perchè sostiene il gasdotto Nord Stream-2
Nord Stream 2, la Germania si appella all’Eurocommissione in difesa del gasdotto
USA chiedono azioni decise della UE contro il gasdotto Nord Stream-2
Il premier polacco: impossibile fermare il Nord Stream 2
Ambasciatore USA in Germania chiarisce le minacce su Nord Stream-2
Tags:
Economia, Politica Internazionale, Gas russo, Energia, Nord Stream 2, Unione Europea, Heiko Maas, UE, Russia, USA, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik