Widgets Magazine
10:37 26 Agosto 2019
Juan Guaido

Venezuela, Guaidò pronto ad avviare il dialogo con la Cina

© REUTERS / Carlos Garcia Rawlins
Economia
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (428)
517

Juan Guaidò, presidente dell’Assemblea nazionale venezuelana e autoproclamato capo dello stato ad interim, ha dichiarato la sua disponibilità ad avviare il dialogo con Pechino il prima possibile.

"La Cina, data la sua capacità concorrenziale e il suo mercato, è il principale attore globale con cui vorremmo rinnovare il nostro rapporto, basato sul rispetto reciproco e sulla cooperazione", ha affermato Guaidò in un'intervista al South China Morning Post.

Egli ha sottolineato di essere pronto ad avviare una relazione costruttiva e il dialogo con la Cina "il prima possibile".

Guaidò ha spiegato che le priorità della sua presidenza saranno l'aumento degli investimenti e lo sviluppo economico.

"Dopo il tremendo saccheggio delle nostre risorse, avvenuto negli ultimi 20 anni, ci sono molte opportunità di investimento in Venezuela", ha detto.

Tali finanziamenti sono finalizzati, soprattutto, alla ricostruzione dei settori industriale, petrolifero e minerario.

"È estremamente importante per noi intraprendere la strada della pianificazione economica sostenibile per ripristinare la produttività del paese, in modo che il Venezuela diventi di nuovo un importante partner commerciale regionale e internazionale", ha dichiarato Guaidò.

Egli ha aggiunto che la Cina ha il potenziale per contribuire in modo significativo alla ripresa dell'economia del Venezuela.La Cina è stata per molti anni uno dei partner strategici più importanti del Venezuela nel settore petrolifero, nonché il principale creditore. Nonostante la crisi finanziaria e la difficile situazione economica del Venezuela, Pechino ha sempre espresso il proprio sostegno a Caracas. Gli investimenti cinesi nell'economia venezuelana lo scorso anno ammontavano a 62 miliardi di dollari. Durante la visita del presidente venezuelano Nicolas Maduro in Cina, nel settembre dello scorso anno, le parti hanno concordato di attuare congiuntamente un piano per aumentare la produzione, e di conseguenza le forniture, con un investimento di ulteriori 5 miliardi di dollari.

Il 23 gennaio il presidente del parlamento venezuelano, Juan Guaidò, si è autoproclamato capo dello stato in attesa di nuove elezioni. Gli Stati Uniti, e molti altri paesi, hanno riconosciuto Guaidò presidente ad interim del Venezuela. La Russia e la Cina hanno espresso il proprio sostegno a Maduro.    

Tema:
La crisi politica in Venezuela (428)

Correlati:

Roma si espone per nuove elezioni presidenziali in Venezuela
Il Cremlino non riconosce Guaidò come capo del Venezuela
Venezuela, Guaidò: il cambio di governo conviene anche alla Russia
Tags:
Investimenti, Cooperazione, Dialogo, Economia, Juan Guaidó, Venezuela, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik