19:15 10 Dicembre 2019
Costruzione del gasdotto TAP

Consorzio TAP avvierà i lavori per collegare le sezioni del gasdotto in Italia

© CC BY 4.0 / Wikipedia
Economia
URL abbreviato
2124
Seguici su

Il consorzio per la costruzione del Gasdotto Trans-Adriatico (TAP) inizierà gli scavi che consentiranno di collegare la parte dell'infrastruttura posata sui fondali marini dell'Albania, con il breve tratto di superficie in Italia, ha comunicato oggi lo stesso consorzio.

"Gli scavi saranno eseguiti a 16 metri sotto il livello del mare, pertanto non ci saranno limitazioni d'accesso ai cittadini in queste aree", ha affermato il consorzio.

La parte finale di questo tratto, lunga circa 1 chilometro e mezzo, sarà implementata utilizzando la tecnologia dei microtunnel, si afferma nel comunicato.

Il TAP, dal valore di 4,5 miliardi di euro fa parte del progetto del Corridoio Sud del Gas, che consente l'accesso al mercato europeo delle riserve di gas naturale del Mar Caspio. La capacità iniziale del TAP sarà di 10 miliardi di metri cubi di gas all'anno con la possibilità di essere raddoppiata.

La lunghezza del gasdotto è di 878 chilometri, di cui 550 chilometri attraverso il territorio della Grecia, 215 chilometri attraverso l'Albania, 105 chilometri nei fondali del Mar Adriatico ed 8 chilometri in Italia.

Gli azionisti di TAP sono: British Petroleum — 20%, SOCAR (Compagnia petrolifera statale dell'Azerbaigian) — 20%, Snam — 20%, Fluxys — 19%, Enagas — 16%, Axpo — 5%.

Correlati:

TAP e il futuro energetico italiano
Albania: nostra sezione Tap sarà completata nei tempi previsti
L’Energia passa dalla Grecia, al via i cantieri del Tap
Gli USA chiedono alla Grecia di rinunciare a "Turkish Stream" e costruire TAP
Tags:
Energia, gasdotto TAP, gas, Unione Europea, Mar Caspio, Albania, Mar Adriatico, UE, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik