Widgets Magazine
01:27 23 Luglio 2019
la Manche ferry

Servizio di navigazione a società senza navi: ministro dei Trasporti UK non si scusa

© REUTERS / Toby Melville
Economia
URL abbreviato
0 03

Il ministro dei Trasporti britannico Chris Grayling ha osservato che la società è vicina a garantire il servizio di navigazione con i traghetti a partire dal prossimo aprile.

Il ministro dei Trasporti britannico Chris Grayling non ha voluto scusarsi per aver offerto un contratto per il servizio di navigazione con il Belgio alla nuova società Seaborne Freight, che al momento non ha ancora navi. Il ministro ha chiarito la sua posizione oggi in un'intervista sulla radio della BBC.

"Non mi scuserò per il sostegno alla nuova società britannica, abbiamo analizzato attentamente le sue attività e firmato un contratto con condizioni dure, le quali garantiscono che sarà in grado di adempiere ai propri obblighi nei nostri confronti a partire da aprile", ha detto Grayling.

La decisione del governo britannico di appaltare il servizio di navigazione dal valore di 13,8 milioni di sterline (17,5 milioni di dollari) alla società Seaborne Freight, che non possiede navi, ha catturato immediatamente l'attenzione dei media e dell'opinione pubblica britannica, molto sensibili all'impiego del denaro dei contribuenti.

La compagnia deve garantire il servizio di navigazione in traghetto tra la città portuale inglese di Ramsgate nel Kent e la più grande città costiera del Belgio di Ostenda, se il Regno Unito lascerà la UE il 29 marzo senza trovare un accordo con le autorità europee sulle condizioni della Brexit.

Correlati:

“Dopo Brexit Londra si riprenderà ruolo di leader militare globale” - Gavin Williamson
Gb, ambasciatore Usa: Trump potrebbe visitare il Regno Unito dopo la Brexit
Problemi al confine: perché la Brexit è così difficile?
In caso di hard Brexit governo britannico metterà in stato di allerta l'esercito
Tags:
Trasporto, Società, Economia, nave, Brexit, Scandalo, Unione Europea, Chris Grayling, La Manica, Belgio, Gran Bretagna, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik