Widgets Magazine
23:34 16 Ottobre 2019
Nord Stream-2

Per diplomazia russa “folle” la risoluzione dell'Europarlamento su Nord Stream-2

© Foto: Nord Stream 2
Economia
URL abbreviato
6186
Seguici su

Il ministero degli Esteri russo ha commentato la risoluzione del Parlamento europeo che raccomanda di fermare la costruzione del gasdotto Nord Stream-2.

"Opporsi alla cooperazione energetica, alla diversificazione e alla modernizzazione dell'interazione energetica è una follia per l'Europa, che ha bisogno di energia", ha dichiarato la rappresentante ufficiale del dicastero diplomatico russo Maria Zakharova durante una conferenza stampa.

La corrispondente risoluzione era stata approvata nella giornata di ieri a Strasburgo.

Nord Stream-2 prevede la posa di due rami di un gasdotto con la capacità complessiva di 55 miliardi di metri cubi all'anno, che unisce le coste della Russia con la Germania attraverso il Mar Baltico. I permessi per iniziare i lavori sono già stati rilasciati da Germania, Finlandia e Svezia. Resta da ottenere l'autorizzazione della Danimarca.

Alcuni Paesi, in primis l'Ucraina che teme di perdere le entrate dal transito del gas russo, e gli Stati Uniti, che promuovono piani ambiziosi per esportare il loro gas naturale liquefatto in Europa, si oppongono duramente al progetto energetico russo-tedesco.

La Russia ha ripetutamente invitato a non percepire il gasdotto come uno strumento di influenza. Secondo Vladimir Putin, Mosca considera il progetto esclusivamente di natura economica.

Correlati:

Presidente commissione Esteri del Bundestag chiede di rivedere sostegno a Nord Stream-2
Camera dei Rappresentanti USA approva sanzioni contro gasdotto Nord Stream-2
Transito gas russo attraverso Ucraina possibile anche dopo lancio gasdotto Nord Stream 2
Possibile erede della Merkel dice no alla rinuncia del gasdotto Nord Stream-2
Presentata all’Europarlamento proposta contro la realizzazione del Nord Stream 2
Tags:
Gas russo, Cooperazione, Politica Internazionale, Energia, Economia, Diplomazia Internazionale, Nord Stream 2, Europarlamento, Il Ministero degli Esteri della Russia, Unione Europea, Maria Zakharova, Germania, UE, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik