19:08 18 Dicembre 2018
La sede di OPEC a Vienna

Esperto: l’Iran non lascierà l’OPEC su esempio del Qatar

© flickr.com/ alex.ch
Economia
URL abbreviato
0 11

Lunedì 3 dicembre, le autorità del Qatar hanno annunciato la loro decisione di lasciare l'Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (OPEC)

"Il Qatar ha deciso di ritirarsi dall'OPEC dal 1° gennaio 2019", ha detto al-Kaabi, il ministro di Stato per gli affari dell'energia.

Il Qatar occupa l'undicesimo posto nel cartello della produzione di petrolio.

In una intervista con Sputnik l'Analista iraniano dell'industria petrolifera e del gas e membro del comitato scientifico dell'Università iraniana Khwarizmi, Seyyed Saeed Mirtorabi Hosseini, ha parlato delle possibili ragioni della decisione del Qatar di lasciare dall'OPEC, e se l'Iran e altri paesi faranno lo stesso l'OPEC,

Secondo l'esperto, questa scelta della leadership del Qatar può essere considerato una reazione agli eventi che si sono verificati negli ultimi anni:

"Prima di tutto il Qatar ha ricoperto una posizione speciale negli ultimi anni: i vicini hanno rotto i rapporti con esso, specialmente in Arabia Saudita. Dato che l'Arabia Saudita è la principale potenza dell'OPEC, questo potrebbe aver influito sulla decisione del Qatar".

Secondo, ritiene Mirtorabi, il Qatar potrebbe passare alle esportazioni di gas: "Esiste un'organizzazione di paesi esportatori di gas chiamata Gas OPEC. Probabilmente, il Qatar vuole promuovere i suoi interessi, concentrandosi sulla produzione di gas e altre fonti energetiche ".

Inoltre, l'esperto afferma che un altro motivo potrebbe essere un indebolimento evidente delle posizioni dell'OPEC.

Rispondendo alla domanda se ci si può aspettare che l'Iran lasci l'Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio, tenendo conto delle recenti sanzioni anti-Iran degli Stati Uniti che colpiscono il settore petrolifero, Mirtorabi ha risposto: "L'Iran è considerato uno dei fondatori dell'OPEC. Le sue decisioni hanno peso, e il ruolo dell'Iran è incomparabile con il ruolo del Qatar. L'OPEC è diventato un veicolo per le politiche dell'Arabia Saudita e ha danneggiato gli interessi dell'Iran. Tuttavia, per l'Iran è meglio seguire la via dell'integrazione con i membri OPEC per rafforzare le loro posizioni in questa organizzazione ".

Secondo l'esperto, l'output del Qatar тell'OPEC non inciderà sulle relazioni tra Iran e Qatar nel campo dello sviluppo di un giacimento petrolifero congiunto:

"Lo status del Qatar nell'OPEC non avrà alcun impatto sulle relazioni tra i due paes".

Negli ultimi anni il consorzio statunitense Shell ha aumentato in modo significativo la produzione di petrolio, che ha influito sull'aumento dei prezzi del petrolio. In effetti, l'impatto dell'OPEC sul mercato petrolifero è diminuito. Se nelle condizioni moderne, dove l'influenza dei paesi OPEC sul mercato petrolifero mondiale è già ridotta, i paesi di importanza relativa per l'OPEC, come il Qatar, lasceranno l'organizzazione, questo influenzerà negativamente l'OPEC. Tuttavia, la produzione di petrolio da parte della Shell ha avuto un grande effetto negativo sull'organizzazione ", ha concluso Mirtorabi.

Correlati:

Qatar vuole lasciare l'Opec - ministro Energia
Russia accetta riduzione della produzione di petrolio nell'ambito dell'OPEC+
WSJ: l'Arabia Saudita e l'OPEC intendono aumentare i prezzi del petrolio
L'OPEC+ ignora Trump e non abbassa il prezzo del petrolio
Tags:
Petrolio, Petrolio, Prezzi petroliferi, OPEC, Qatar, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik