10:14 17 Dicembre 2018
Iranian flag

Il riso iraniano è germogliato attraverso le sanzioni USA

© AP Photo / Ronald Zak
Economia
URL abbreviato
1110

L'Iran ha esportato il suo riso in Canada e nei paesi europei per la prima volta dal 1979. 74 tonnellate di prodotti sono stati inviati ai clienti attraverso società private su tre voli dalla provincia di Mazandaran (nel nord del paese). Il riso iraniano è considerato uno dei tipi di più alta qualità di questa coltura.

Le consegne di riso iraniano sono avvenute nonostante le minacce statunitensi di bloccare l'economia iraniana, in particolare attraverso l'imposizione di un embargo energetico e alimentare.

In un'intervista con Sputnik, Azizullah Shahidifar, il capo della sezione di Mazandaran del ministero della Agricoltura dell'Iran, commentando questo evento, ha detto che è stato l'ambasciatore russo a suggerire agli iraniani l'idea di esportare riso:

"L'anno scorso abbiamo ospitato una delegazione rappresentativa di imprenditori russi che hanno esaminato i nostri giardini, le risaie e le piantagioni di agrumi. Durante una cena di lavoro, c'è stata una conversazione su quanto riso viene consumato ogni anno nei nostri paesi. Quindi il consumo di riso per abitante della provincia di Mazandaran è in media di 35-40 chilogrammi all'anno. Ho fatto una domanda all'ambasciatore della Federazione Russa che ha accompagnato la delegazione, chiedendogli perché così pochi russi mangiano riso. L'ambasciatore ha risposto che se il riso iraniano fosse stato venduto sul mercato russo, che non può essere paragonato a nessun altro per qualità, gusto, odore, allora il russo medio avrebbe mangiato, come un iraniano, 35-40 chilogrammi all'anno. Questo ci ha fatto pensare.

Infatti, il riso iraniano Tarom Hashemi è considerato una delle migliori varietà di questa coltura al mondo, è migliore in termini di qualità persino della varietà di riso Basmati. Pertanto, è gratificante che europei, canadesi e persino russi ne siano consapevoli e abbiano mostrato interesse ad acquistare riso iraniano. Ad oggi, tre lotti di Tarom Hashemi iraniano sono stati inviati da un gruppo di imprenditori iraniani. Ora ci stiamo anche preparando a inviare altri due lotti per i quali abbiamo ricevuto l'ordine. L'esportazione di riso iraniano è iniziata e continueremo a vendere questo prodotto".

Sputnik: perché l'Iran non ha mai esportato un prodotto di così alta qualità? Ci sono state difficoltà?

A. Shahidifar: Non direi che ci sono state difficoltà. Molto probabilmente, abbiamo sbagliato marketing in questi anni, ignorando le richieste per l'esportazione di questa cultura, non abbiamo dato valore al riso. Oltre al riso, altre colture agricole di altissima qualità, secondo una scala di standard internazionali, sono coltivate nelle province settentrionali dell'Iran. Ci stiamo adesso pensando, anche ad esempio sui kiwi. Il presidente della società neozelandese Zespri, il più grande venditore di kiwi al mondo, visitando le nostre piantagioni, ha detto che anche senza provare il kiwi, era pronto a dire che il frutto iraniano è migliore di quello della Nuova Zelanda. Questa azienda, che a sua volta rifornisce kiwi in tutto il mondo, ha acquistato 10.000 tonnellate di questo frutto da noi e ha iniziato a venderlo con il proprio marchio.

Correlati:

La Cina è pronta a sfamare gli USA con il riso geneticamente modificato
L’Iran intende portare gli USA di fronte alla corte internazionale per le sanzioni
Sanzioni Iran, Cremlino: Putin ha incontrato il Consiglio di sicurezza russo
Tags:
Sanzioni, riso, Sanzioni Iran, sanzioni, Sputnik, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik