08:54 19 Novembre 2018
Grano

In Lituania nervosismo per crescita dell'import di grano saraceno dalla “ostile Russia”

© Sputnik . Igor Zarembo
Economia
URL abbreviato
6115

Nel Parlamento lituano è stato espressa irritazione per la crescita delle importazioni di grano saraceno e di altri cereali dalla "ostile Russia", scrive l'edizione lituana di Sputnik riferendosi all'ufficio stampa del Parlamento.

"Il nostro governo, nonostante le azioni ostili della Russia, la lusinga e compra non solo fertilizzanti, ma anche grano saraceno e altri tipo di grano, anche se abbiamo l'opportunità di importare questi prodotti dall'Ucraina o da altri Paesi", ha affermato il deputato Kazys Starkevičius.

Il politico ha inoltre invitato il ministero dell'Agricoltura a prendere "misure concrete per proteggere gli interessi degli agricoltori nazionali".

Secondo il parlamentare, il grano saraceno mancante e gli altri cereali dovrebbero essere acquistati da "Paesi amici".

Secondo i dati del Servizio doganale lituano, in questi dieci mesi del 2018 Vilnius ha importato 16.763 tonnellate di grano, di cui 15.888 sono state acquistate in Russia.

I conservatori lituani presentano costantemente iniziative direttamente o indirettamente legate all'eliminazione "dell'influenza russa" sul Paese. In particolare hanno proposto di legittimare la demolizione dei memoriali ai soldati sovietici, il divieto di indossare i nastri di San Giorgio e di limitare il lavoro di Yandex.Taxi.

Correlati:

In Lituania smantellato monumento a soldato sovietico “liberatore”
Papa Francesco: la Lituania deve essere un ponte tra l'ovest e l'est dell'Europa
In Lituania trovato il modo per "contenere Gazprom"
Lituania avvia creazione di forze di reazione rapida a minacce informatiche in UE
Il presidente della Lituania avverte l'UE: attenzione alla dipendenza dal gas russo
Tribunale europeo conferma la presenza di prigione segreta della CIA in Lituania
La Lituania ringrazia la NATO per miglioramento della sicurezza nella regione
Bloomberg: la "valanga di grano" russa farà male ai produttori europei
Tags:
ecologia, Economia della Russia, Russofobia, Commercio, Agricoltura, Grano, Kazys Starkevičius, Lituania, Paesi Baltici, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik