00:37 19 Novembre 2018
Il presidente statunitense Donald Trump e il presidente cinese Xi Jinping

Trump crede nella firma di mega accordo commerciale con Cina

© AP Photo / Andrew Harnik
Economia
URL abbreviato
0 09

Il presidente degli USA Donald Trump ha dichiarato di credere in un mega accordo commerciale con la Cina, ma che Pechino non è ancora pronta per questo.

"La Cina ha approfittato economicamente del nostro paese. Vedrete che vinceremo (la guerra commerciale con la Cina) <…> Potrei fare un accordo adesso, ma non sono ancora pronti", ha detto su Fox TV News.

"Penso che firmeremo un ottimo affare con la Cina e dovrebbe essere grandioso. Ci hanno usato, ricevendo 500 miliardi da noi ogni anno, ma questo non accadrà di nuovo", ha aggiunto Trump.

Ha notato che spera in un buon affare con il nuovo governo brasiliano.

La guerra commerciale tra la Cina e gli Stati Uniti è iniziata dopo che il reciproco aumento dei dazi doganali tra questi paesi è entrato in vigore il 6 luglio di quest'anno. Gli Stati Uniti hanno imposto un dazio del 25% sulle importazioni di 818 articoli dalla Cina con una fornitura totale di 34 miliardi di dollari all'anno. Come contromisura, la Cina ha introdotto un dazio del 25% lo stesso giorno sull'importazione di un volume equivalente di merci americane. Alla fine di settembre sono entrati in vigore nuovi dazi statunitensi dell'importo del 10% per le merci provenienti dalla Cina con un volume di importazioni di 200 miliardi di dollari all'anno. La Cina ha risposto imponendo tasse del 10% e del 5% sulle importazioni statunitensi di $60 miliardi.

Correlati:

Generale USA: “alta probabilità guerra con Cina”
Ministero Esteri: Cina non tollera ricatto USA su adesione a Trattato INF
Cina non intende ridurre interscambio con gli USA
Ministro Commercio USA parla della nuova "pillola avvelenata" anti-Cina nell'accordo USMCA
Tags:
guerra, Commercio, guerra commerciale, politica estera, Politica USA, guerra commerciale, Politica americana, Fox News, Donald Trump, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik