08:40 14 Novembre 2018
2012, quando il gasdotto South Stream sembrava dovesse diventare realtà

Serbia stima le conseguenze del fallimento del progetto South Stream per i Balcani

© Sputnik . Sergei Guneev
Economia
URL abbreviato
0 142

La Serbia e i paesi della regione balcanica saranno costretti a pagare per l'interruzione del progetto del gasdotto South Stream, nel quale hanno riposto molte speranze, ha dichiarato il primo vice primo ministro e ministro degli affari esteri della Serbia, Ivica Dacic.

Ne ha parlato al forum sulla sicurezza energetica in Eurasia, che si svolge a Belgrado.

"A causa di una serie di ragioni e per il primato di alcune questioni politiche, la Serbia, sfortunatamente, non è stata in grado, come previsto, di realizzare le sue priorità per quanto riguarda la fornitura di gas attraverso il South Stream. Per noi, questa sarebbe stata l'opzione migliore, che non avrebbe danneggiato nessuno, visto che inoltre avremmo risolto il problema della costruzione di infrastrutture per il gas con le tasse di transito e sarebbe stato di interesse per la regione e per l'UE ", ha detto il ministro degli Esteri.

"Sfortunatamente, sebbene l'UE ci abbia assicurato la fattibilità e la coerenza di questo progetto, questo non è stato realizzato. La realtà è che il Nord Stream potrebbe essere escluso dal Terzo pacchetto energetico, mentre il South Stream no. La Serbia e altri paesi della regione, che avevano puntato tutto su questo, dovranno pagare ", ha osservato il ministro.

A febbraio, il presidente della Serbia Alexander Vucic ha dichiarato che le autorità hanno in programma di continuare ad acquistare gas russo, anche attraverso il gasdotto in costruzione Turkish Stream. Secondo lui, ora si discutono le opzioni affinché il gas venga inviato attraverso un gasdotto di interconnessione dalla Bulgaria alla Serbia, previsto per il 2020.

Il progetto Turkish Stream prevede la costruzione di due gasdotti sul fondo del Mar Nero con una capacità di 15,75 miliardi di metri cubi ciascuno. La prima linea porterà il gas alla Turchia mentre la seconda ai paesi dell'Europa meridionale e sud-orientale. Inoltre, Gazprom sta considerando opzioni per la continuazione del Turkish Stream attraverso Bulgaria e Serbia, o attraverso la Grecia e l'Italia.

Correlati:

La Bulgaria vuole riesumare il progetto South Stream
Serbia vuole accordo con la Russia su modello del “South Stream”
South Stream è inevitabile?
Tags:
Gas, South Stream, gas, Acquisti gas, forniture di gas, Serbia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik