15:13 15 Novembre 2018
Estrazione del petrolio

WSJ: le sanzioni USA hanno sortito a un effetto inatteso in Russia

© Sputnik . Boris Babanov
Economia
URL abbreviato
4352

Le sanzioni americane hanno portato una "inattesa" crescita dell'economia russa. Lo scrive il Wall Street Journal.

Le sanzioni imposte dagli Stati Uniti hanno provocato l'aumento del prezzo del petrolio e hanno indebolito il rublo, ma insieme hanno solo rafforzato l'economia russa.

Secondo la pubblicazione, le sanzioni di Washington contro Teheran hanno fatto crescere il prezzo del petrolio del 14% da metà agosto, ciò ha consentito agli importatori russi di aumentare significativamente le entrate. In particolare, sottolinea il quotidiano, le quotazioni delle compagnie petrolifere russe Rosneft e Lukoil quest'anno sono aumentate rispettivamente del 56% e del 39%.

Il rublo, a sua volta, è diminuito del 15% da aprile e il basso costo della valuta ha accresciuto la competitività delle merci russe.

"La Russia si sente meglio con il prezzo del petrolio alto e il rublo debole, dal punto di vista del bilancio, questo è doppiamente positivo", ha detto al WSJ un esperto della società di investimento Aberdeen Asset Management.

Correlati:

Salvini oggi a Mosca, in viaggio "privato" contro le sanzioni
Politico ceco: l’UE deve interrogarsi sull’efficacia delle sanzioni contro la Russia
Russia: Mogherini, nuove sanzioni non a ordine del giorno
Tags:
Petrolio, Sanzioni, Economia, Rublo, Iran, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik