03:30 13 Novembre 2018
Costa mediterranea di Latakia

La Siria amplia la cooperazione con la Crimea

© Sputnik . Artem Puchkov
Economia
URL abbreviato
0 110

La Siria e la Crimea hanno firmato un memorandum di cooperazione economica, segnala il corrispondente di Sputnik. Per la Crimea il memorandum è stato firmato dal presidente della Crimea Sergey Aksenov, mentre per la Siria dal ministro dell'Economia e del Commercio Estero Samir al-Khalil.

Il governatore della provincia di Latakia Ibrahim Khadar al Salim ha dichiarato a Sputnik che il memorandum d'intesa tra Latakia e la Crimea aiuterà ulteriormente la cooperazione reciproca.

"La Crimea e Latakia sono molto simili, per clima, paesaggi e l'accesso al mare. La provincia di Latakia è una parte importante del commercio marittimo della Siria, è qui che arrivano le navi con i carichi, solo dopo viaggiano verso tutte le altre zone del Paese su strada e ferrovia. La Crimea ha un significato simile per la Russia".

Il governatore ha invitato gli investitori russi ad investire nello sviluppo dell'infrastruttura turistica di Latakia, che potrebbe trasformarsi in un eccellente resort globale. La situazione in questa parte della Siria è molto calma e stabile, grazie alla vicinanza della base militare russa di Khmeimim.

Ibrahim Khadar al Salim ha osservato che durante i colloqui regnava un'atmosfera amichevole. "A maggio di quest'anno abbiamo piantato ulivi sulla penisola della Crimea, durante l'estate sono cresciuti bene. Il segreto è che sono stati piantati con amore", ha affermato il governatore di Latakia.

Il ministro del Turismo siriano Bishr Yazidji ha detto a Sputnik che, dopo la visita del presidente della Repubblica di Crimea Sergey Aksenov in Siria inizierà una cooperazione su larga scala tra la Russia e Damasco nel settore turistico.

"La visita della delegazione russa in Siria e gli incontri svolti rappresentano un passo importante verso il rafforzamento delle relazioni tra i Paesi. Svilupperemo il turismo tra i Paesi, uniremo i nostri popoli", ha affermato il ministro siriano.

Per questo è prevista la fondazione di una società congiunta che lavorerà alla creazione di zone di villeggiatura in entrambi i Paesi confortevoli per gli stranieri. Serve formare il personale, preparare i percorsi ed i programmi.

Separatamente si dovrebbe parlare dello sviluppo del pellegrinaggio. In Siria ci sono cose da vedere e dove pregare per cristiani, musulmani ed ebrei. E' inoltre possibile sviluppare programmi medici tramite cui le persone si potranno recare in Russia o in Siria. I viaggi di lavoro devono essere resi confortevoli, ha dichiarato il ministro del Turismo siriano Bishr Yaziji.

La delegazione della Crimea, guidata dal presidente della Crimea Sergey Aksenov, è arrivata lunedì per una visita ufficiale di due giorni a Damasco per condurre colloqui e firmare accordi di cooperazione economica e tecnico-scientifica. Lunedì si è svolta la quinta sessione del forum "La Crimea come punto di crescita delle relazioni russo-siriane". Oggi la delegazione ha incontrato il presidente siriano Bashar Assad ed altri ministri dello Stato siriano.

Correlati:

Siria propone di creare un hub navale in Crimea per la cooperazione economica
L'Ucraina protesta contro la Siria che ha riconosciuto la Crimea russa
Siria riconosce ufficialmente la riunificazione della Crimea con la Russia
Tags:
Turismo, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Economia, Cooperazione, investimenti, Sergej Aksenov, Siria, Russia, Crimea
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik