02:49 19 Ottobre 2018
Estrazione petrolio nel Mar Caspio

L'esperta ha commentato le previsioni del principe saudita sul petrolio russo

© Sputnik . Anton Denisov
Economia
URL abbreviato
196

Il calo previsto della produzione di petrolio in Russia entro il 2040 fino a 9 milioni di barili al giorno non può essere definito ritiro dal mercato.

Lo ritiene l'esperta del centro dell'energia di Mosca della scuola di gestione Skolkovo, Katerina Grushevenko. Il principe ereditario dell'Arabia Saudita Mohammed bin Salman Al Saud in un'intervista a Bloomberg ha dichiarato che entro il 2030, una serie di paesi produttori di petrolio, tra cui la Russia, quasi completamente, se non completamente, cesseranno la produzione di petrolio e si ritireranno dal mercato. Tra 19 anni la produzione di petrolio "in Russia, da 10 milioni di barili si ridurrà molto, se non scomparirà del tutto", dice bin Salman.

"Davvero in Russia dopo il 2023, secondo le nostre previsioni, ci aspettiamo il declino della produzione di petrolio. Nello scenario di base, entro il 2040, si possono raggiungere circa 9 milioni di barili al giorno. In gran parte dipenderà dall'accesso della Russia alle tecnologie e attrezzature per l'estrazione del petrolio. Ricordiamo che a causa delle sanzioni tutto è diventato molto più limitato. Tuttavia, tale riduzione non può essere definita ritiro dal mercato" ha commentato Grushevenko.

L'OPEC nel mese di settembre nella sua previsione annuale al World Oil Outlook (WOO) ha valutato la produzione di petrolio in Russia negli anno 2017-2019 intorno ai 10,3 milioni di barili al giorno. Le previsioni per la Russia per il 2035 sono di 10,2 milioni di barili al giorno, nel 2040 anno saranno di 10,1 milioni di barili al giorno. Nello scenario di base presentato a novembre 2017, la previsione dell'Agenzia Internazionale dell'energia (AIE) al World Energy Outlook 2017, dice che la produzione di petrolio in Russia entro il 2040, può ridursi di quasi il 24%, fino a 8,6 milioni di barili al giorno, rispetto ai livelli del 2016, fino a 11,3 milioni di barili al giorno.

Nel mese di febbraio 2018 la corporazione britannica del petrolio  nella sua previsione di sviluppo dell'energia mondiale prevede una crescita dei volumi di produzione di petrolio in Russia entro il 2040 fino a 2 milioni di barili al giorno, fino a 13 milioni di barili al giorno rispetto al 2016. La produzione di petrolio in Russia nel mese di settembre, in media, rimane pari a 11,35 milioni di barili al giorno, ha detto il 3 ottobre il Ministro dell'energia russo Alexander Novak.

Correlati:

Iran ottimista sulle esportazioni di petrolio nonostante le sanzioni USA
L'OPEC+ ignora Trump e non abbassa il prezzo del petrolio
Putin: Trump colpevole dell'aumento dei prezzi del petrolio
Tags:
Petrolio, Petrolio, Caso petrolio, OPEC, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik