15:04 15 Ottobre 2018
Il presidente cinese Xi Jinping e il presidente Venezuelano Nicolas Maduro

La Cina aiuterà il Venezuela a contrastare le sanzioni USA

© REUTERS / Parker Song
Economia
URL abbreviato
0 201

La Cina e il Venezuela hanno firmato 28 accordi per lo sviluppo di una cooperazione nei settori dell’economia venezuelana principalmente colpiti dalle sanzioni USA e dei paesi del Sud America. Questo è uno dei risultati principali della visita di stato del presidente del Venezuela Nicolas Maduro in Cina, che si è conclusa domenica.

Alla conferenza stampa finale, Nicolas Maduro ha osservato che gli accordi firmati rafforzeranno la tendenza ad aumentare gli investimenti cinesi in società miste di petrolio e gas. Come è noto, il settore del petrolio e del gas del Venezuela è l'obiettivo principale delle sanzioni statunitensi. Uno degli accordi firmati a Pechino prevede l'esplorazione congiunta e l'estrazione di gas da parte della China National Corporation for Gas Exploitation, la CNODC, e la Venezuelan Oil Company, PDVSA.

Gli osservatori hanno richiamato l'attenzione sull'accordo tra la società cinese Yakuang con un gruppo di partner del Venezuela per l'esplorazione congiunta e l'estrazione di oro, nonché sul memorandum d'intesa tra la società tecnologica cinese ZTE e il Ministero della Salute del Venezuela.

Il primo quotidiano economico iraniano in lingua inglese, il Financial Tribune, ha richiamato l'attenzione sul fatto che durante la visita le parti hanno firmato diversi accordi nel settore energetico. Nel frattempo, Pechino non ha menzionato nuovi aiuti finanziari per Caracas. La pubblicazione ha osservato che la China National Petroleum Corporation ha acquistato il 9,9% del capitale della joint venture Sinovensa, di cui possiede già una quota del 40%. È stato inoltre firmato un memorandum sulla cooperazione nel campo petrolifero Ayacucho 6, "che si trova nella ricca fascia petrolifera dell'Orinoco. La Cina perforerà 300 pozzi, non ci sono altri dettagli. In particolare, non viene riportato come il Venezuela ripagherà la parte cinese: se in petrolio o in denaro.

Il Santiago Times, un giornale in lingua inglese pubblicato in Cile, ha attirato l'attenzione sulla dichiarazione del presidente cinese Xi Jinping secondo cui la Cina apprezza molto la comprensione e il sostegno dei suoi interessi principali da parte del Venezuela. All'incontro con il presidente del Venezuela, il leader cinese ha assicurato che la Cina continuerà a sostenere gli sforzi del governo di questo paese in cerca di un percorso di sviluppo sostenibile che soddisfi i suoi interessi nazionali, ha osservato la pubblicazione.

La stampa occidentale attira l'attenzione sulle parole di Li Keqiang, il quale ha dichiarato  che la Cina spera che il Venezuela fornisca maggiore assistenza politica e garanzie legali in questo ambito alle compagnie cinesi.

Il quotidiano cileno ha anche evidenziato la dichiarazione di Nicolas Maduro secondo cui il consenso raggiunto dalle parti sull'espansione della cooperazione in una vasta gamma di settori ha dimostrato pienamente che la cooperazione è completa. Questa cooperazione è compatibile con il programma per il recupero, la crescita e la prosperità del Venezuela, ha detto il presidente del Venezuela.

Ora in Venezuela, stanno avvenendo cambiamenti interni molto seri, ha osservato l'esperto dell'Istituto per l'America Latina Alexander Kharlamenko in un'intervista con Sputnik. Questi dovrebbero contribuire allo sviluppo delle relazioni sino-venezuelane. Prima di tutto, l'attuazione di un programma per la riorganizzazione dell'economia nazionale annunciato dal presidente in agosto. L'esperto ha notato che queste misure, apparentemente, sono state accettate di buon occhio da una parte significativa della società venezuelana. Persino l'opposizione filostatunitense che non ha organizzato alcuna protesta violenta, si è detta favorevole.

"Questo è, soprattutto, un chiaro segnale che la Cina continua e addirittura rafforza le relazioni con il Venezuela come partner strategico. Questa partnership è stata fondata nel 1999 con Hugo Chavez. C'è stata molta speculazione in Occidente, in America Latina e persino nello stesso Venezuela per il fatto che la Cina avrebbe potuto rinunciare alle sue relazioni prioritarie con il Venezuela in cerca di legami più vantaggiosi con i regimi regionali di destra. Ma la Cina ha costantemente espresso i suoi interessi e non ha mai dato una vera ragione per confermare queste speculazioni. Non si è allontanata dal Venezuela".

L'rsperto dell'Istituto di economia mondiale presso l'Istituto cinese di relazioni internazionali contemporanee Xu Feibiao ritiene inoltre che la visita di Nicolas Maduro abbia confermato la continuità nello sviluppo delle relazioni cinese-venezuelane:

"La cooperazione tra Cina e Venezuela era molto sviluppata già prima della guerra commerciale degli Stati Uniti con la Cina e delle sanzioni statunitensi contro il Venezuela. Prima della crisi politica e finanziaria in Venezuela, la Cina e il Venezuela hanno già lavorato molto intensamente su tutta la linea di prodotti industriali, dall'esplorazione all'estrazione delle risorse di petrolio e gas. La Cina ha garantito grossi prestiti e fatto ingenti investimenti in Venezuela. Gli accordi firmati ora sono una continuazione della precedente cooperazione. Lo sviluppo della cooperazione della Cina con il Venezuela contribuirà alla sua ripresa economica, stabilizzerà i mezzi di sostentamento della popolazione locale e contribuirà anche allo sviluppo stabile dell'economia dell'intera regione. Allo stesso tempo, lo sviluppo economico del Venezuela contribuirà a garantire la sicurezza degli investimenti su larga scala della Cina effettuati in precedenza in questo paese. Negli ultimi tempi gli Stati Uniti hanno mostrato costantemente i denti imponendo sanzioni una dopo l'altra, non solo a Russia, Iran e Turchia, ma anche al Venezuela. Lo sviluppo della cooperazione tra Cina e Venezuela ha le sue motivazioni, ma in generale sono dettate principalmente da interessi bilaterali, e non principalmente da considerazioni di opposizione agli Stati Uniti. Questa è la base del corso politico della Cina".

"Non possiamo negare però che la presenza della Cina in Venezuela si rafforzi ogni giorno, e che gli Stati Uniti sono scettici per ragioni geopolitiche", ha osservato il quotidiano cinese Global Times. I risultati della presenza cinese dovrebbero essere valutati sui progetti già in atto e sui nuovi accordi raggiunti durante la visita in Cina del presidente Nicolas Maduro. Ciò richiederà tempo, oltre all'utilizzo efficace dei meccanismi istituzionali sia della Cina che del Venezuela, si osserva nella pubblicazione.

Correlati:

Russia Cina e Bolivia boicottano riunione Consiglio Sicurezza ONU su Venezuela
Venezuela, Arreaza: Cercheremo sempre di migliorare i rapporti con Russia, Cina e altri
Il Venezuela riceverà un prestito di 5 miliardi di $ dalla Cina
Tags:
Economia, Accordo, Economia, accordi, Effetto delle sazioni sull'economia, accordo, il ministero degli Esteri, Pdvsa, Li Keqiang, Nicolas Maduro, Xi Jinping, Cina, Venezuela
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik