20:22 19 Novembre 2018
Artico

“Il passaggio a nord-est è per la Russia il nuovo canale di Suez”

© Sputnik . Valeria Yarmolenko
Economia
URL abbreviato
150

Con l'avvento del riscaldamento globale, il passaggio a nord-est potrebbe diventare per la Russia il suo canale di Suez, scrive il Washington Post.

Paesi come la Russia, osserva il giornale, ripongono grandi speranze sullo scioglimento dei ghiacci dell'Artico, perché in questo caso il passaggio a nord-est può diventare una rotta alternativa al Canale di Suez che ridurrà significativamente il costo della navigazione tra Europa, Asia e America.

Dalle previsioni degli esperti sul riscaldamento globale e sullo scioglimento dei ghiacci nell'Artico, sottolinea il Washington Post, può trarre "vantaggio" la Russia, per cui la maggior parte della nuova rotta si trova all'interno della sua zona economica esclusiva.

Pertanto la Russia avrà il controllo su una rotta commerciale strategica, così come incasserà i profitti derivanti dalla navigazione e dal funzionamento delle navi rompighiaccio, aggiunge l'articolo.

Nonostante le pericolose condizioni di navigazione anche in estate, il vantaggio della rotta del passaggio a nord-est, come indica la pubblicazione, è il tempo ridotto di trasporto.

Il passaggio a nord-est è la principale e più breve rotta navigabile artica della Russia, che unisce l'Estremo Oriente con la parte europea del Paese. La rotta collega i porti artici e i grandi fiumi della regione settentrionale.

Questa arteria di trasporto acquisisce un'attrattiva speciale in questo momento: i ghiacci artici si stanno sciogliendo, creando corridoi adatti al passaggio delle grandi navi da trasporto.

Correlati:

Robot sottomarino russo navigherà attraverso il passaggio a nord-est
Tags:
Geopolitica, Commercio, Economia, Washington Post, Artico, Mar Glaciale Artico, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik