15:17 12 Dicembre 2018
Russia-UE

Quattro paesi aderiscono alle sanzioni settoriali dell'UE contro la Russia

© Sputnik . Vladimir Sergeev
Economia
URL abbreviato
8436

Montenegro, Albania, Norvegia e Ucraina hanno aderito alla decisione dell'Unione Europea del 5 luglio di prorogare le sanzioni economiche contro la Russia fino al 31 gennaio 2019. Lo ha annunciato oggi l’ufficio stampa del Consiglio d'Europa.

"I paesi-candidati Albania e Montenegro, la Norvegia, che è membro dello Spazio economico europeo, e l'Ucraina aderiscono alla presente dichiarazione. Essi garantiscono che le loro politiche nazionali saranno coerenti con la decisione del Consiglio. L'Unione Europea prende atto di questo impegno e lo accoglie con favore", riferisce un comunicato.

Il 5 luglio il Consiglio dell'UE ha deciso di prorogare le sanzioni economiche contro la Russia fino al 31 gennaio 2019. Esse riguardano i settori finanziario, energetico e della difesa, nonché i beni a duplice uso.

Le sanzioni contro la Russia sono state introdotte per la prima volta il 31 luglio 2014 dai paesi Occidentali che accusano Mosca di aver destabilizzato la situazione in Ucraina e di essersi annessa la Crimea.

A queste sanzioni la Russia ha risposto imponendo il blocco delle importazioni dei prodotti alimentari dai paesi che hanno introdotto le sanzioni.

Allo stesso tempo, Mosca respinge tutte le accuse a suo carico spiegando di non essere parte del conflitto interno ucraino e che in Crimea è stato tenuto un referendum per l'unione alla Federazione Russa nel pieno rispetto del diritto internazionale e della Carta delle Nazioni Unite.    

Correlati:

Il Parlamento Europeo ha definito sanzioni contro la Russia "una farsa assurda"
Esperto americano spiega come le sanzioni minano l'egemonia del dollaro
Presidente ceco contro le sanzioni alla Russia: portano solo perdite
Tags:
Sanzioni, Montenegro, Albania, Norvegia, UE, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik