00:51 26 Settembre 2018
URSS

Estonia e Lettonia vogliono chiedere i danni alla Russia per "l'occupazione sovietica"

© Fotolia / Firairo
Economia
URL abbreviato
11328

I ministri della Giustizia di Estonia e Lettonia, Urmas Reinsalu e Dzintars Rasnačs, hanno annunciato di voler chiedere il risarcimento dei danni da parte di Mosca per il periodo "dell'occupazione sovietica", si afferma in una dichiarazione congiunta diffusa oggi dall'ufficio stampa del ministero della Giustizia estone.

I governi dell'Estonia e della Lettonia hanno condotto ieri la prima riunione congiunta dedicata al centenario di entrambi gli Stati nel palazzo della Biblioteca Nazionale a Riga. Nella dichiarazione firmata a margine dell'incontro, si riferisce che Riga e Tallinn apprezzano la cooperazione e la comprensione della perpetuazione del patrimonio storico per garantire la sicurezza, la democrazia e lo Stato di diritto in Estonia e Lettonia.

"Pertanto i ministri della Giustizia dei due Paesi sottolineano l'importanza di preservare la memoria delle perdite umane subite per l'occupazione sovietica e valutano la possibilità di presentare una richiesta di risarcimento danni alla Federazione Russa in qualità di successore dell'Unione Sovietica dal punto di vista del diritto internazionale", — afferma il ministero della Giustizia estone.

Mosca ha ripetutamente affermato che non si può parlare di alcuna occupazione dei Paesi baltici nel 1940 da parte dell'Unione Sovietica. In precedenza il ministero degli Esteri russo ha spiegato di valutare l'ingresso degli Stati baltici con l'Unione Sovietica conforme alle norme del diritto internazionale di quel tempo.

Secondo il dicastero diplomatico russo, il termine "occupazione" non è corretto, dal momento che non ci sono state battaglie tra l'URSS e gli Stati baltici e l'ingresso delle delle truppe sovietiche è stato frutto di accordi con l'autorizzazione esplicita delle autorità esistenti in queste repubbliche.

Inoltre, durante la permanenza nell'Unione Sovietica, in Lettonia, Lituania ed Estonia erano operativi organi di autorità nazionale.

Correlati:

Deputato russo commenta dichiarazione su occupazione sovietica dell'Ucraina
La UE chiede alla Lituania di preservare l'eredità sovietica
Lituania, produttore di gelato accusato di propaganda sovietica
Ambasciatore russo ricorda alla Lituania debito di 72 miliardi $
Tags:
URSS, Storia, Finanze, Politica Internazionale, Economia, Dzintars Rasnačs, Urmas Reinsalu, Lettonia, Paesi Baltici, Estonia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik