15:05 19 Agosto 2018
Bandiera siriana

Damasco vuole fare entrare la Siria nella Grande Via della Seta cinese

© Sputnik . Dmitry Vinogradov
Economia
URL abbreviato
2200

Il ministro dei Trasporti siriano Ali Hammoud ha dichiarato a Sputnik che esistono piani nel governo per far diventare la Siria parte delle rotte commerciali internazionali, ad esempio includendola nel progetto macroeconomico cinese della Nuova Grande Via della Seta.

Secondo Hammoud, è in preparazione per le imprese che ricostruiranno le infrastrutture un pacchetto di offerte per la riparazione e la ricostruzione delle principali strade siriane.

"L'arteria di trasporto più importante, necessaria per il transito internazionale, va dal nord al sud del Paese. La sua lunghezza è di 432 chilometri, la ricostruzione è stimata in 480 miliardi di lire siriane (circa 960 milioni di dollari). Passa attraverso il valico di frontiera al confine con la Turchia di Bab Alhawa e attraversa Aleppo, Hama, Homs, Damasco raggiungendo il confine con la Giordania.

La seconda strada più importante va da est a ovest, partendo dal confine iracheno fino al porto di Tartus. L'arteria stradale è lunga 351 chilometri e ci vorranno 281 miliardi di lire siriane di investimenti (circa 560 milioni di dollari)", ha detto il ministro dei trasporti Ali Hammoud.

Secondo il ministro, queste strade daranno un nuovo impulso allo sviluppo sia dell'economia nazionale siriana sia quella della regione mediorientale nel suo complesso.

Inoltre con il miglioramento della rete stradale e delle infrastrutture di trasporto, sarà più facile per i rifugiati tornare a casa.

"E' prevista la costruzione di un grande raccordo attorno a Damasco di 170 chilometri. Sarà il punto di partenza per lo sviluppo dell'intera rete di trasporti della capitale e la collegherà alle rotte del trasporto internazionale", ha affermato il ministro dei trasporti siriano Ali Hammoud.

Ha aggiunto che ci sono piani per ripristinare strade regionali, ad esempio nella provincia di Deir ez-Zor: questo progetto presuppone la costruzione di ponti sul fiume Eufrate.

Correlati:

Inviato speciale: la Cina è pronta alla ricostruzione della Siria
La Cina vuole avere un ruolo più attivo nella ricostruzione della Siria
Cina avverte gli USA: “no all'uso della forza in Siria”
Cina e Siria verso cooperazione nella lotta al terrorismo e ricostruzione infrastrutture
Cina rinforza propria influenza in Siria
La Russia e la Cina stanno formando un tandem in Siria
Tags:
Geopolitica, Economia, Politica Internazionale, Via della Seta, Ali Hammoud, Bashar al-Assad, Medio Oriente, Cina, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik