17:08 17 Agosto 2018
Christine Lagarde, direttrice FMI

FMI, Lagarde avverte di un possibile calo del Pil mondiale per i dazi americani

© REUTERS / Yuri Gripas
Economia
URL abbreviato
412

Le restrizioni commerciali imposte dagli Stati Uniti contro la Cina e la Russia potrebbero portare ad un calo dell'1,5% del Pil mondiale, ha dichiarato Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale (FMI).

Lo ha affermato durante l'apertura del vertice in Argentina dei ministri delle Finanze e dei governatori delle banche centrali dei Paesi del G20.

"Impatterà sicuramente il Pil, che nello scenario peggiore e al netto delle misure in adozione e agli ultimi annunci, costerà l'1,5% del Pil globale", — i media russi riportano le parole della direttrice del FMI.

La Lagarde ha aggiunto che la questione della complicazione delle relazioni commerciali sarà affrontata nella riunione del G20.

In precedenza il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato di essere pronto ad adottare dazi sulle importazioni cinesi per un valore di oltre 500 miliardi di dollari.

Secondo il ministero del Commercio cinese, il 6 luglio gli Stati Uniti hanno iniziato ad applicare dazi del 25% su alcune merci importate dalla Cina per un valore pari a 34 miliardi di dollari. Il dicastero cinese ha sottolineato che Washington ha avviato la più grande guerra economica.

Correlati:

La Russia ha introdotto ulteriori dazi sui prodotti americani
Effetti complessi della guerra sui dazi
La Cina ha introdotto dazi sui prodotti americani
UE pronta a reagire alle minacce di Trump sui dazi alle auto
I dazi di risposta dell'UE sulle importazioni dagli USA entrano in vigore il 22 giugno
Bruxelles introduce misure protettive temporanee sulle importazioni di acciaio
Tags:
Economia, Commercio, crescita, dazi, PIL, Fondo Monetario Internazionale, FMI, Christine Lagarde, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik