19:45 22 Settembre 2018
Cina USA

Pechino avverte gli USA delle conseguenze dei dazi contro le merci cinesi

© AP Photo / Andy Wong
Economia
URL abbreviato
2171

La Cina ha minacciato di rinunciare agli accordi raggiunti con Washington, se la parte americana introdurrà limitazioni nel commercio, inclusi i dazi. Lo si afferma in un comunicato del ministero del Commercio cinese.

Il dicastero cinese considera le concessioni reciproche e il rifiuto alla guerra commerciale come precondizioni per stipulare accordi commerciali.

"La posizione della Cina resta coerente. Per soddisfare la crescente domanda dei consumatori e lo sviluppo economico, la parte cinese è pronta ad aumentare le importazioni da tutti i Paesi, compresi gli Stati Uniti. È nell'interesse di entrambi i popoli dei due Paesi e del mondo".

Nel fine settimana sullo sfondo dell'escalation del conflitto commerciale tra i due Paesi, si è svolto a Pechino un altro round di negoziati. Erano presenti il segretario del Commercio Wilbur Ross ed il vice premier cinese Liu He.

A fine maggio la Casa Bianca aveva promesso di annunciare entro il 15 giugno l'elenco definitivo delle merci prodotte in Cina a cui sarebbe stato imposto il dazio del 25%. Le aliquote entreranno in vigore subito dopo la pubblicazione della lista.

Il ministero del commercio cinese in risposta ha espresso sorpresa ed ha fatto sapere che la dichiarazione di Washington contraddice fondamentalmente gli accordi raggiunti.

Correlati:

Cina accusa USA di ingerenza in affari interni
Cina e USA d'accordo: non permettere nessuna guerra commerciale
USA-Cina, continuano colloqui per accordi commerciali
Tags:
Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Economia, Commercio, dazi, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik