02:57 14 Dicembre 2018
Nord Stream 2 gas pipeline construction project

Capo LNG Allies: USA non pronti alle sanzioni contro Nord Stream 2

© Sputnik . Sergey Guneev
Economia
URL abbreviato
671

Il capo dell'associazione industriale americana LNG Allies, (estrazione ed esportazione di gas in Europa), Fred Hutchinson, non ritiene che l’amministrazione Trump sia pronta a imporre delle sanzioni contro il progetto Nord Stream 2.

Giovedì l'agenzia Bloomberg citando il vice aiutante del Segretario di Stato USA Sandra Oudkirk ha comuncato che in caso di  un utleriore sviluppo del Nord Stream 2 Washington potrebbe considerare l'imposizione di sanzioni contro il progetto nell'ambito del CAATSA (Countering America's Adversaries Through Sanctions Act).

Secondo lei, gli Stati Uniti si opporranno al progetto perché credono che aumenterà la dipendenza europea dal gas russo, e da la possiblità alla Russia di installare equipaggiamento per il monitoraggio lungo tutta del gasdotto sul Mar Baltico.

"Non credo che attualmente amministrazione americana sia pronta ad usare i poteri concessi dal Congresso  ha dato per imporre sanzioni su questo particolare progetto, ma c'è anche un'opinione politica unanime secondo la quale l'interferenza nelle elezioni negli Stati Uniti sia una questione molto grave. Se ci fosse un altro episodio simile, non sarei sorpreso se il Congresso degli Stati Uniti rivedesse questo problema e non lasciasse al presidente alcuna scelta", ha detto Hutchinson in un'intervista al portale di notizie EurActiv.

"Inoltre, ha detto, e LNG Allies non è nemica del Nord Stream 2. A mio parere, ha senso fare tutto il possibile per migliorare la competitività del mercato in tutto il continente europeo: finire di costruire l'infrastruttura per diversificare le fonti e diversificare i tipi di energia, più efficienza e un utilizzo razionale dell'energia". Il Nord Stream 2 deve essere considerato alla luce di questi criteri" ha detto il capo dell'associazione.

Il progetto prevede la realizzazione di due linee di pipeline con una capacità totale di 55 miliardi di metri cubi di gas all'anno dalla Russia attraverso il Mar Baltico fino in Germania. Si prevede che venga costruito accanto all'attuale Nord Stream. L'operatore del progetto Nord Stream AG 2 ha già ricevuto i permessi necessari per la costruzione di una condotta offshore nelle acque territoriali tedesche e un terminale ricevente nel paese. Oltre alla Germania, tutti i permessi necessari sono stati rilasciati dalla Finlandia. I lavori preparatori sulla sezione offshore in Finlandia sono già iniziati.

Un certo numero di paesi si oppone alla realizzazione del progetto, in particolare l'Ucraina, che ha paura di perdere le entrate dal transito di gas russo, e dagli Stati Uniti, con ambiziosi piani di esportare verso l'Europa il suo gas naturale liquefatto. Trump in un incontro con il cancelliere tedesco Angela Merkel il mese scorso ha chiesto di rifiutare di sostenere la costruzione di un gasdotto in cambio di negoziati su un nuovo accordo commerciale tra America ed Europa, ha riportato giovedì la testata del The Wall Street Journal citando funzionari in Germania, Stati Uniti e Unione Europea.

Correlati:

Esperto commenta Poroshenko sui pericoli del Nord Stream 2
Ucraina, Poroshenko spiega la “pericolosità” del gasdotto Nord Stream-2 per l'Europa
Mosca sicura della fedeltà della Germania per la costruzione di Nord Stream-2
Berlino risponde minaccia di sanzioni USA su Nord Stream 2
Tags:
Donald Trump, Gas, Nord Stream 2, Costruzione Nord Stream 2, gasdotto Nord Stream 2, Nord Stream-2, lng allies, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik