13:51 19 Agosto 2018
Sede dell'UE a Bruxelles

Bruxelles pronta a difendere aziende europee dalle sanzioni USA contro l'Iran

© AP Photo / Virginia Mayo
Economia
URL abbreviato
6130

L'Unione Europea sta valutando la possibilità di tutelare gli interessi delle società europee attraverso “la disposizione bloccante” nel caso in cui gli Stati Uniti ripristino le sanzioni contro l'Iran.

Questa dichiarazione è stata fatta dal commissario europeo per gli affari interni Dimitris Avramopoulos.

Secondo il commissario, la questione dovrebbe essere discussa a Sofia in una riunione dei leader europei con il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker e il capo della diplomazia europea Federica Mogherini.

L'Unione Europea ha adottato "la disposizione bloccante" solo una volta nella sua storia: nel novembre 1996, in risposta alle sanzioni economiche extraterritoriali degli Stati Uniti contro Cuba.

La risoluzione consente alle società europee di non rispettare alcune decisioni degli Stati Uniti sulle sanzioni. Inoltre non si esclude il risarcimento per le perdite causate dalle azioni di Washington.

In precedenza si era appreso che Francia, Germania e Gran Bretagna e l'Iran avevano concordato di sviluppare un programma per sostenere e rafforzare i legami economici in risposta all'uscita degli Stati Uniti dall'accordo sul programma nucleare di Teheran.

La situazione intorno al piano comune d'azione globale è diventata tesa dopo l'8 maggio, quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato che Washington si sarebbe ritirata dall'accordo sul nucleare iraniano firmato da Teheran con i "sei" di mediatori internazionali (Russia, Stati Uniti, Gran Bretagna, Cina, Francia, Germania) nel 2015. Trump ha inoltre dichiarato il ripristino di tutte le sanzioni contro l'Iran, sospese a seguito dell'accordo.

Gli altri membri del sestetto di mediatori internazionali si sono opposti a questo passo degli Stati Uniti. I partner europei di Washington hanno dichiarato che intendono continuare a rispettare le disposizioni dell'accordo con l'Iran.

Correlati:

Unione Europea comunica possibile risposta alle sanzioni statunitensi contro Iran
Russia denuncia pressioni USA su firmatari dell'accordo nucleare con l'Iran
Consiglio Federazione: uscita USA da accordo con Iran tentativo sottomettere economia UE
Ambasciatore UE in USA: nessuna alternativa seria di Washington ad accordo nucleare Iran
Mosca non si vede mediatore tra USA e Iran
Tags:
Geopolitica, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Commercio, Economia, Sanzioni, Business, Nucleare, accordo nucleare, Accordo con Iran, Unione Europea, Dimitris Avramopoulos, Iran, UE, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik