04:04 26 Maggio 2018
Roma+ 17°C
Mosca+ 9°C
    Il ministro francese Bruno Le Maire

    Iran, Parigi chiede a Washington esclusione aziende francesi da sanzioni

    © AP Photo / Kamil Zihnioglu
    Economia
    URL abbreviato
    5010

    I governi di Francia e Stati Uniti sono in contatto per scongiurare che le possibili sanzioni di Washington contro l’Iran possano ripercuotersi sulle aziende europee.

    Lo ha detto il ministro francese, Bruno Le Maire che ha dato conto dei contenuto dei colloqui tra Parigi e Washington dopo la decisione del Presidente Usa Donald Trump di ritirarsi dall'accordo sul nucleare iraniano e dopo l'annuncio di nuove sanzioni economiche contro Teheran.

    "Ho chiamato il mio omologo statunitense (il segretario al Tesoro Steven Mnuchin) e gli ho chiesto rassicurazioni sulle esenzioni per un certo numero di aziende e sulla tempistica delle eventuali sanzioni" ha detto Le Maire sottolineando come "Europa e Francia debbano difendere i loro interessi economici".

    Tra le società d'oltralpe maggiormente a rischio Total, Renault e Sanofi che hanno tutte una sede in Iran.

    Correlati:

    Iran, Erdogan chiama Putin per discutere su accordo nucleare
    Mosca: rinuncia USA ad accordo nucleare con Iran viola risoluzione ONU
    Macron assicura Rouhani, Parigi continuerà a rispettare l'accordo con l'Iran
    Iran, Erdogan: Decisione Trump su nucleare è da perdenti
    Nucleare-Iran, Cina commenta decisione di Trump
    Tags:
    accordo nucleare, Bruno Le Maire, Iran, Francia, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik