04:27 26 Maggio 2018
Roma+ 17°C
Mosca+ 9°C
    Ufficio centrale Naftogaz ucraina

    Naftogas: la Russia deve risarcire l’Ucraina per le perdite in Crimea

    © Sputnik . Sergei Starostenko
    Economia
    URL abbreviato
    5027

    La compagnia di stato ucraina Naftogaz ha fatto sapere che il tribunale dell'Aja ha ordinato alla Russia di risarcire l’Ucraina per la perdita di patrimonio in Crimea.

    L'azienda non ha rilasciato ulteriori dettagli in merito alla decisione della corte d'arbitraggio.

    La causa contro la Russia all'Aia era stata avviata dalla Naftogaz e le sue aziende controllate nell'ottobre 2016, con la richiesta di otto miliardi di dollari come risarcimento per la perdita dei beni in Crimea.

    Secondo l'agenzia ucraina UNIAN, la corte dell'Aia il 2 maggio ha fissato il risarcimento a 159 milioni di dollari. Il relativo decreto stabilisce che "la Russia è responsabile per la violazione dei diritti degli investitori ucraini a partire dal 21 marzo 2014", data della firma del decreto presidenziale che sancisce l'unificazione della Crimea alla Russia. Di fatti dopo quella data tutte le proprietà di Naftogaz in Crimea sono passate alla neonata azienda statale crimeana Chernomorneftegaz.

    Correlati:

    Corte UE respinge ricorso di Naftogaz per annullare accesso gasdotto Opal a Gazprom
    Naftogaz procede al recupero forzato del debito con Gazprom
    Naftogaz commenta la decisione della Germania sul Nord Stream 2
    Tags:
    risarcimento, Patrimonio, Tribunale, perdite, Arbitrato internazionale, Naftogaz, Crimea, Ucraina, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik