09:26 21 Aprile 2018
Roma+ 15°C
Mosca+ 14°C
    Oleg Deripaska, proprietario della Rusal

    Prezzo dell'alluminio in crescita a causa delle sanzioni USA contro Rusal

    © Sputnik . Ramil Sitdikov
    Economia
    URL abbreviato
    3101

    Il prezzo dell'alluminio sul London Metal Exchange (LME) e sul New York Mercantile Exchange (NYMEX) è in crescita a causa delle sanzioni introdotte dagli Stati Uniti contro l’azienda russa Rusal.

    Stamane alle 8,45 (ora di Mosca) il prezzo dell'alluminio sul LME è aumentato dello 0,1%, raggiungendo un valore di 2204 dollari per tonnellata. Ieri lo stesso indicatore ha fatto registrare un rialzo del 2,9%, fino a 2201 dollari per tonnellata.

    Martedì il costo di una tonnellata di rame, con consegna a tre mesi, sul LME è aumentato dell'1,68% toccando i 6945 dollari per tonnellata,; lo zinco dell'1%, a 3243 dollari la tonnellata.

    Venerdì gli Stati Uniti hanno introdotto nuove sanzioni contro la Russia colpendo uomini di affari e le aziende che controllano, come per esempio Oleg Deripaska e la Rusal.

    "Anche se al momento non si conoscono tutte le conseguenze di sanzioni contro Rusal, rimane significativo il rischio per le forniture globali", scrive la Reuters citando gli analisti ANZ.

    Correlati:

    Ucraina, dopo gli USA, introduce sanzioni contro uomini d'affari russi
    NZZ: sanzioni occidentali spingono la Russia a usare lo "scontro come mezzo di difesa"
    Cremlino: le nuove sanzioni USA contro la Russia sono scandalose
    Tags:
    alluminio, prezzo, mercato, Sanzioni, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik