07:22 27 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
371
Seguici su

Il ministero russo dell'Energia ha varato la nuova dottrina della sicurezza energetica della Russia, che evidenzia le principali minacce per il paese. Lo riferiscono i media russi.

Nella lista delle principali minacce alla Russia c'è "la politica discriminatoria degli Stati Uniti e dei loro alleati", ovvero le restrizioni all'accesso alle moderne tecnologie per le compagnie petrolifere, il divieto di attrarre finanziamenti a lungo termine e e creare joint venture con società estere.

Esempio di ciò è dato da Rosneft, che, a causa delle sanzioni, ha perso uno dei suoi partner sulla piattaforma artica, la ExxonMobil.

Inoltre, la sicurezza energetica è influenzata dalla transizione verso l'energia verde, dall'emergere di nuovi esportatori di energia e dalla crescita della produzione di gas naturale liquefatto.

Gli esperti del ministero dell'Energia hanno rilevato il pericolo dovuto all'esaurimento dei giacimenti esistenti, alla riduzione delle dimensioni e della qualità dei giacimenti scoperti e allo scarso studio geologico del territorio nazionale.

In Russia era in vigore la dottrina varata nel 2012, ma l'introduzione delle sanzioni ha costretto le autorità a svilupparne una nuova.

Correlati:

Energia, Petrobras chiede maggiore cooperazione con la Russia
Agenzia internazionale dell'energia prevede crescita produzione petrolifera in Russia
Il ministro dell'Energia russo Novak incontra il re saudita Salman Al Saud
Tags:
Minacce, dottrina, Energia, Ministero dell'Energia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook