13:34 22 Ottobre 2018
Acciaio laminato a freddo prodotto in Russia

Dipartimento del Commercio USA propone dazio doganale al 53% sull'acciaio russo

© Sputnik . Pavel Lisitsyn
Economia
URL abbreviato
5121

Il Dipartimento del Commercio statunitense propone di introdurre dazi sulle importazioni di acciaio dalla Russia e da altri 11 Paesi al tasso pari al 53%, così come delle quote di importazione, si afferma in un comunicato.

Le decisioni al momento non sono state prese, evidenzia il comunicato.

Oltre alla Russia la lista dei Paesi in cui si dovrebbe applicare il dazio per le importazioni di acciaio comprende Brasile, Cina, Costa Rica, Egitto, India, Malesia, Corea del Sud, Sudafrica, Thailandia, Turchia e Vietnam.

Per le importazioni di acciaio dagli altri Paesi l'aliquota doganale deve essere pari al 24%.

"Il documento è valutato dal presidente, la decisione definitiva non è stata ancora presa. Il presidente può intraprendere misure diverse o non fare nulla sulla base dell'analisi e delle raccomandazioni del rapporto".

Il rapporto indica che gli Stati Uniti sono il più grande importatore di acciaio al mondo e l'occupazione in questo settore è diminuita del 35% negli ultimi due decenni. Negli Stati Uniti esistono già 169 norme antidumping per l'acciaio, di cui 29 contro la Cina, il maggiore produttore ed esportatore mondiale di acciaio.

La ripresa della produzione negli Stati Uniti è stata una delle principali promesse di Trump nella campagna elettorale.

Correlati:

Putin: Russia si oppone al crescente protezionismo nel mondo
Ritorna lo spettro del protezionismo e della guerra commerciale?
UE introduce dazio anti-dumping sull'acciaio laminato a freddo prodotto in Russia
Tags:
politica interna, Economia, Commercio, dazi, Casa Bianca, Donald Trump, USA, Cina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik