12:04 28 Maggio 2018
Roma+ 26°C
Mosca+ 16°C
    La bandiera dell'UE

    Esperto: l’UE vuole la fine dell’industria baltica

    © AFP 2018 / Philippe Huguen
    Economia
    URL abbreviato
    619

    L'Unione Europea è interessata alla distruzione dell'industria baltica. Lo ha dichiarato in un'intervista a Sputnik Lettonia Vasily Koltashov, direttore del Centro di ricerca economica dell’Istituto della globalizzazione e dei movimenti sociali.

    In precedenza è stato reso noto che il più grande impianto metallurgico del Baltico, la KVV Liepajas metalurgs, sarà venduto in parti. Nessuno degli offerenti per la società insolvente soddisfaceva le condizioni imposte dai creditori né ha fornito garanzie per la ripresa del funzionamento.

    Koltashov ha osservato che una tale situazione può significare solo una cosa: per l'impresa non ci sono prospettive.

    "Non è visibile, perché, essendo distaccato dal mercato russo, il settore manifatturiero lettone, purtroppo, non può svilupparsi", ha detto l'esperto.

    Secondo lui, non ci sono possibilità di sviluppo nelle condizioni di appartenenza della Lettonia all'UE e nessun legame con l'economia europea.

    "L'Unione Europea, e in particolare per la Germania, vogliono che l'industria baltica cessi di esistere. Così la Lettonia, la Lituania e l'Estonia inizino ad acquistare merci prodotte in altri paesi", concluso Koltashov.

    Correlati:

    Paesi Baltici decidono di andare in guerra contro Daesh
    Spiegel: la comunità russa nei Paesi Baltici vive in una condizione di apartheid
    Media: la Russia può invadere i Paesi Baltici in 60 ore
    Tags:
    industria, Opinione, esperto, Lettonia, Paesi Baltici, UE
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik