23:16 09 Dicembre 2018
Brexit

Regno Unito potrebbe semplicemente andarsene se UE non chiuderà a breve accordo su Brexit

© Foto : Pixabay
Economia
URL abbreviato
2104

"Dopo la Brexit avremo un grande vantaggio dal libero scambio, dal controllo sulla migrazione, da una normativa meno invasiva e radicale da parte di Bruxelles", dichiara a Sputnik Patrick Minford, professore di Economia Applicata presso l'Università di Cardiff, che ha discusso le prospettive della stessa Gran Bretagna e dei Paesi UE.

Sullo sfondo dell'avvertimento del commissario europeo per il bilancio e le risorse umane Günther Oettinger in merito alla riduzione delle spese e all'aumento dei contributi dei Paesi dell'Unione Europea per riempire il vuoto che si crea con l'uscita della Gran Bretagna, Patrick Minford, professore di Economia Applicata presso l'Università di Cardiff, ha dichiarato su Radio Sputnik che sta scadendo il tempo rimasto a Bruxelles per sancire l'accordo di separazione con Londra.

"Sì, nel bilancio si forma un grande buco. Ovviamente non vogliono tagliare le spese, ma succederà, ora chiedono ulteriori spese. Penso che siano in arrivo ulteriori spese per identificare le posizioni delle parti prima che i negoziati sul bilancio inizino sul serio. La questione dovrebbe essere risolta entro il 2020, ma non c'è molto tempo per capire cosa ci sarà dal 2021.

- Sputnik: il deficit finanziario di 10 miliardi di euro equivale al 12% dell'intero bilancio dell'UE: un enorme buco e un problema che l'Unione Europea dovrà affrontare. I Paesi della comunità chiedono un risarcimento. La UE riuscirà ad offrire questa compensazione?

"Si tratta di tagli, non risarcimenti. L'intero bilancio della UE dovrebbe diminuire di oltre il 10% nel prossimo futuro. Penso che occorra inoltre capire che se non verrà chiuso un accordo con Londra nel prossimo futuro, il Regno Unito se ne potrebbe semplicemente andare. Recentemente nell'opinione pubblica britannica è emersa una certa irritazione per la mancanza di progressi nel raggiungimento di un'intesa sulla Brexit. Molti credono che la UE stia perdendo tempo. Senza chiudere l'accordo a breve, potrebbero affrontare una situazione in cui diremo: "stiamo davvero meglio senza un accordo. Ci pagate e sarà doloroso per voi e noi non vi daremo il denaro. E tutto questo fino al 2020, non oltre." Pertanto quello che sta accadendo nella UE dovrebbe essere un campanello d'allarme per il rappresentante di Bruxelles ai negoziati sulla Brexit Michel Barnier.

Dopo la Brexit avremo un grande vantaggio dal libero scambio, dal controllo sulla migrazione, da una normativa meno invadente e radicale da parte di Bruxelles, che ci consentirà di agire secondo le nostre leggi pragmatiche per risolvere i nostri problemi. Guadagneremo il 7% del PIL e questo grande vantaggio nei prossimi decenni ci consentirà di tagliare le tasse ed aumentare le spese per le infrastrutture. Questa è una buona prospettiva e una vera rivoluzione, a seguito della quale avremo un'economia molto migliore nel lungo periodo.

I Paesi europei, quelli che sentiranno di più gli effetti della Brexit, chiederanno maggiori compensazioni dall'Unione europea, in quanto Bruxelles richiederà maggiori contributi per il bilancio europeo ai membri della comunità per colmare il buco di 9 miliardi di euro che si formerà con l'uscita del Regno Unito.

L'Andalusia in Spagna ed alcune regioni del Portogallo hanno esortato la UE a creare un fondo speciale per le aree che risentiranno maggiormente dell'uscita del Regno Unito. Ma contribuenti così importanti al bilancio della UE come Austria, Olanda e Svezia si sono rifiutati di pagare quote extra per colmare il buco finanziario derivante dalla Brexit che provocherà una riduzione delle spese.

Appelli simili dai Paesi della UE arrivano sullo sfondo dell'inizio dei negoziati per il nuovo bilancio settennale europeo dopo la Brexit e durante il periodo di transizione, quando la Gran Bretagna continuerà a versare il proprio contributo fino al 2020.

Correlati:

UE, con Brexit 13-14 miliardi di euro l'anno in meno in budget europeo
"La Brexit può diventare un modello per le relazioni della UE con Ucraina e Turchia"
Gran Bretagna: sondaggio mostra aumento in oppositori a Brexit
Tony Blair dichiara di lavorare per annullare la Brexit: “è reversibile”
Di nuovo in un vicolo cieco i negoziati sulla Brexit tra Londra e Bruxelles
Tags:
Finanze, Politica Internazionale, Economia, Diplomazia Internazionale, Brexit, Unione Europea, Gran Bretagna, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik